Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Successo per la manifestazione curata dall'Ana di Valdobbiadene

A PIANEZZE, LA SOLIDARIETA' DI 800 ALPINI DONATORI

Il raduno ha dato avvio al programma verso l'Adunata 2017


VALDOBBIADENE - Quasi 800 persone si sono ritrovate a Pianezze per il Raduno Alpini - Donatori di sangue. La manifestazione ha segnato l'avvio di "Aspettando l'Adunata del Piave", calendario di iniziative, mostre, commemorazioni, che accompagnerà fino alla 90esima Adunata nazionale delle penne nere, in programma dal 12 al 14 maggio dell'anno prossimo nella Marca.
Da sempre, numerosi sono gli alpini impegnati anche nella donazione di sangue. Una comunanza di valori, a partire dall'aiuto gratuito a chi soffre, sottolineata anche dal presidente nazionale dell'Ana, Sebastiano Favero, nel suo intervento durante il raduno nella località sopra Valdobbiadene. Non stupisce, dunque, l'ampia partecipazione: veci e bocia, avisini, ma anche molti familiari e cittadini comuni, hanno preso parte o assistito alla sfilata, dal piazzale al Tempio del donatore. Presenti i labari delle quattro sezioni Ana trevigiane: Treviso, Conegliano, Vittorio Veneto e Valdobbiadene (che organizzano congiuntamente l'adunata), ma anche quelli delle "consorelle" di Belluno, Feltre e Cadore, i gagliardetti di almeno 70 gruppi, i vessilli di Avis, Aido ed altre associazioni. 
"Il cammino verso l'Adunata è iniziato con il piede giusto", ha sottolineato il presidente degli alpini di Valdobbiadene, Valentino Baron. Dopo l'alzabandiera, i discorsi di rito e la santa messa al campo, per tutti anche un immanc momento conviviale in allegria. Ma la giornata è stata anche l'occasione per ricordare la Grande guerra, anche grazie ad una piccola esposizione allestita allo scopo, nella struttura adiacente il Tempio. La frazione di Pianezze, infatti, occupata dagli Austroungarici, fu trasformata in postazione fortificata dalla quale le artiglierie bersagliavano le truppe italiane attestate sul Montello e sul monte Tomba. Per consapevole scelta ispirata ai valori di solidarietà e di cristiana fratellanza, nell’ampio piazzale sterrato dove tanti giovani di nazionalità diverse persero la vita, vennero poste le fondamenta del Tempio del Donatore, utilizzando il legno e le pietre del fiume Piave. Autori gli architetti trevigiani Livia Mussini e Giuseppe Davanzo, che posero la prima pietra nel 1962. 

Galleria fotograficaGalleria fotografica