Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Di contro, per la prima volta da 30 anni i morti superano i neonati

LA MARCA DELLA LUNGA VITA: QUASI 28MILA ULTRA 85ENNI

Tra le dieci province con il più basso tasso di mortalità


TREVISO - La Marca rimane nella top ten delle province italiane per il tasso di mortalità meno elevato: il rapporto tra deceduti e popolazione totale, nel 2015, è pari al 9,3 per mille. Il primato spetta alla sarda Olbia- Tempio con 8,2, seguita da Bolzano a 8,4 e Barletta- Trani - Andria a 8,5. I trevigiani vivino a lungo: chi è nato nel 2014 può a buon diritto sperare di tagliare il traguardo degli 81,6 anni se maschio e degli 86,4 se donna. Meno di un quindicennio fa, per gli uomini l'aspettativa non raggiungeva i 78 anni (le donne, nel medesimo periodo) hanno guadagnato “solo” dodici mesi). Già oggi, in provincia, vive un esercito di poco meno di 28mila ultra 85enni, circa il 3% degli abitanti complessivi. E 301 cittadini hanno già spento cento o più candeline. Nettissima, in questa avanguardia, la prevalenza rosa: 269 contro 32.
L'aumentata longevità, tuttavia, ha come contraltare un progressivo svuotamento delle culle: i nati sono stati 7.266 (3.793 bimbi e 3.473 bambine). Nel 2014 i neonati erano stati circa 200 bebè in più, nel 2013 quasi 800 in più. Il tasso di natalità, all'8,2 per mille, è il secondo migliore in Veneto dopo Verona, ma in calo costante da un decennio. Par la prima volta da un trentennio, il numero di morti supera quello dei nuovi nati: il cosiddetto saldo naturale, infatti, è in passivo per 1.013 unità. 
La popolazione, di conseguenza, perde abitanti (quasi duemila nel corso dell'anno passato) e invecchia: l'indice di vecchaia (il confronto tra over 65 e under 15), al primo gennaio 2016 è pari a 143,4 e l'età media di 44,1 anni. L'area più anziana è il Vittoriese, dove l'indice raggiunge 189,3 (nel 2015), a fronte di un Asolono (a 108,6) relativamente giovane.