Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Forse narcotizzata con una sostenza in una bibita

DROGATA E VIOLENTATA DOPO LA SERATA IN DISCOTECA

Trevigiana 17enne denuncia di aver subito uno stupro


MONASTIER - Sarebbe stata drogata e poi violentata dopo una serata in una discoteca. E' quanto ha denunciato una 17enne trevigiana. E a comprovare l'avvenuto stupro, l'esito di una visita ginecologica, a cui la ragazza si è sottoposta. Secondo quanto raccontato ai carabinieri, a cui ha sporto denuncia, la minorenne ha trascorso la serata tra sabato e domenica in un locale di Monastier, dove ha conosciuto un altro giovane. Ad un certo punto, però, i ricordi della ragazza subiscono un blackout. Rammenta solo vagamente di essere uscita dalla discoteca in compagnia del nuovo conoscente, poi il vuoto. Solo quando ha ripreso i sensi, l'adolescente si è resa conto che qualcosa non andava. In preda a comprensibile angoscia, ha trovato la forza di confessare l'accaduto ai genitori. Insieme a loro, prima si è sottoposta ad un esame medico, che avrebbe confermato i segni di un rapporto sessuale. Poi si è recata al comando dell'Arma di Treviso. Sulla vicenda, ovviamente, vige il più stretto riserbo. Le modalità sembrano far pensare che la giovanissima possa essere stata drogata, con una sostanza disciolta in una bibita e, poi, una volta priva di conoscenza ed inerme, sia stata abusata all'esterno del locale, forse nell'auto del presunto stupratore. Gli investigatori sono già all'opera per dare un nome e un volto all'individuo con cui la 17enne si sarebbe accompagnata durante la serata. In questo senso, utili indizi potrebbero venire dalle immagini dell'impianto di videosorveglianza della discoteca, di cui il pm titolare dell'indagine ha già disposto il sequestro, mentre si attendono gli esiti degli esami tossicologici, per chiarire se e in che modo la ragazza sia stata anestetizzata.