Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Forse narcotizzata con una sostenza in una bibita

DROGATA E VIOLENTATA DOPO LA SERATA IN DISCOTECA

Trevigiana 17enne denuncia di aver subito uno stupro


MONASTIER - Sarebbe stata drogata e poi violentata dopo una serata in una discoteca. E' quanto ha denunciato una 17enne trevigiana. E a comprovare l'avvenuto stupro, l'esito di una visita ginecologica, a cui la ragazza si è sottoposta. Secondo quanto raccontato ai carabinieri, a cui ha sporto denuncia, la minorenne ha trascorso la serata tra sabato e domenica in un locale di Monastier, dove ha conosciuto un altro giovane. Ad un certo punto, però, i ricordi della ragazza subiscono un blackout. Rammenta solo vagamente di essere uscita dalla discoteca in compagnia del nuovo conoscente, poi il vuoto. Solo quando ha ripreso i sensi, l'adolescente si è resa conto che qualcosa non andava. In preda a comprensibile angoscia, ha trovato la forza di confessare l'accaduto ai genitori. Insieme a loro, prima si è sottoposta ad un esame medico, che avrebbe confermato i segni di un rapporto sessuale. Poi si è recata al comando dell'Arma di Treviso. Sulla vicenda, ovviamente, vige il più stretto riserbo. Le modalità sembrano far pensare che la giovanissima possa essere stata drogata, con una sostanza disciolta in una bibita e, poi, una volta priva di conoscenza ed inerme, sia stata abusata all'esterno del locale, forse nell'auto del presunto stupratore. Gli investigatori sono già all'opera per dare un nome e un volto all'individuo con cui la 17enne si sarebbe accompagnata durante la serata. In questo senso, utili indizi potrebbero venire dalle immagini dell'impianto di videosorveglianza della discoteca, di cui il pm titolare dell'indagine ha già disposto il sequestro, mentre si attendono gli esiti degli esami tossicologici, per chiarire se e in che modo la ragazza sia stata anestetizzata.