Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'inaugurazione mercoledì 20 luglio I familiari non devono scontare la condanna

NUOVI GIOCHI E ARREDI PER I FIGLI DEI DETENUTI A SANTA BONA

Soroptimist di Treviso ha allestito l'area verde in cui i ristretti incontrano i figli


TREVISO - Nuovi giochi e nuovi arredi nell’area verde in cui i detenuti incontrano i figli e le famiglie. Questo quanto fatto nel progetto"I luoghi dell'infanzia e dell'adolescenza" realizzato a favore della Casa circondariale di Santa Bona, Treviso, dal Soroptimist International Club di Treviso, rappresentanza cittadina dell’organizzazione internazionale femminile impegnata attraverso progetti di servizio nella promozione dei diritti umani e delle pari opportunità per il miglioramento della condizione della donna.

L’associazione ha quindi allestito con scivoli e altalene lo spazio esterno della Casa Circondariale, destinato all’incontro dei detenuti con mogli e figli proprio per rendere più accogliente e gradevole l’area verde esistente, proponendo ai bambini un contesto più familiare e divertente e favorendo lo svago dei detenuti con i familiari e i loro figli.
L’inaugurazione è avvenuta mercoledì 20 luglio: “I familiari non devono scontare a loro volta la condanna, dobbiamo favorire l’incontro e tutelare compagne e bambini”, ha sottolineato la presidente Stefania Barbieri.

A disposizione dei circa 40 bambini che si recano a trovare i padri (una ventina su una popolazione carceraria di 190 persone) nella struttura di Santa Bona ora vi sono un’altalena, un canestro, una struttura modulare composta da vagoni colorati e un gazebo, oltre a palle e palloni.

Un impegno, quello del club trevigiano, che rientra in una cornice più ampia: “Tutti i club d’Italia – ha Cristina Greggio, presidente nazionale Comitato Consulte e Pari Opportunità Soroptimist d’Italia e socia del Club di Treviso – stanno lavorando sulla tematica del carcere, che è parte integrante della comunità. Abbiamo compiuto un percorso di approfondimento al nostro interno e ci siamo date questa priorità: soffermarci sui bimbi che hanno il papà detenuto. E’ importante che bambine e bambini incontrino il padre in un luogo accogliente, perché il contesto può fare la differenza”.

Nell’area esterna – ha dichiarato il direttore della Casa circondariale Francesco Massimo – erano presenti giochi ormai vecchi e rovinati, grazie al Soroptimist per questa iniziativa perché oggi che le risorse scarseggiano il loro aiuto ha ancora più valore. E ringrazio anche il personale e i detenuti,perché è grazie anche alla maggior parte di loro, che ha dimostrato maturità e collaborazione, che è stata possibile l’apertura a progetti migliorativi come questo”.