Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Spillavano soldi raccontando di incidenti causati da familiari

SI FINGEVANO AVVOCATI PER RAGGIRARE GLI ANZIANI

Truffatori arrestati a Trieste, colpi nella Marca e nel Nordest


TREVISO - Si spacciavano per avvocati per truffare gli aziani. Con questo stratagemma, avrebbero messo a segno decine di colpi in tutto il Nordest, Marca compresa. Due persone sono state arrestate dalla Squadra mobile di Trieste, guidata da Marco Caì. In manette sono finiti Raffaele Piscopo e Michele Gargiulo, di origini campane, ma che avevano scelto il capoluogo giuliano come base per le proprie azioni.
Il meccanismo dei raggiri era collaudato: i due si fingevano avvocati e, dopo essersi fatti preannunciare da una telefonata di altrettanto fasulli assicuratori o appartenenti alla forze dell'ordine, raccontavano alle vittime che un parente aveva provocato un grave incidente stradale, convincendo così i malcapitati a consegnare cospicue somme di denaro per evitare l'arresto del familiare.
Dopo l'ultima truffa perpetrata a Trieste mercoledì, gli agenti della Squadra Mobile hanno fatto scattare controlli a largo raggio dalle prime ore dell'alba, in particolare a vari caselli autostradali e vie di collegamento con la città, in collaborazione con i colleghi della Questura di Venezia. E' stata individuata un'automobile in uso ai malviventi, bloccati dopo una truffa ai danni di un anziano a Portogruaro. Le successive perquisizioni hanno consentito di recuperare la refurtiva relativa alle truffe di Trieste e Portogruaro, più altri oggetti preziosi di provenienza illecita. Gli investigatori ritengono che il duo sia responsabile di numerose altre azioni criminose tra Belluno, Gorizia, Padova, Pordenone, Treviso, Venezia e altre città del Triveneto.