Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incidente sopra Pala Favera, interviene il Soccorso alpino

SCIVOLA MENTRE VA A FUNGHI E SI ROMPE UNA GAMBA

Disavventura per un 50enne coneglianese in Val di Zoldo


ZOLDO ALTO - Mentre stava cercando funghi in Val di Zoldo, nel bosco sopra Pala Favera, nel Bellunese, un 50enne trevigiano è scivolato, caendo rovinosamente e procurandosi la sospetta frattura di una gamba. L'uomo, residente a Conegliano, è comunque riuscito a dare l'allarme: il Soccorso alpino, ottenute le coordinate Gps del punto in cui si trovava il fungaiolo, grazie all'applicazione per smartphone in dotazione al corpo, ha inviato sul posto sette soccorritori. Questi, una volta raggiunto il luogo dell'incidente, hanno caricato il ferito sulla barella e l'hanno portato a spalle a valle per circa 400 metri, fino alla strada dove, infine, è stato affidato all'ambulanza.