Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/153: IL WINTER 4 PALLE A CA' DELLA NAVE

Nuova tappa del circuito griffato Cristianevents


CA' DELLA NAVE - Rinviata per maltempo la Louisiana a due del giorno 15, che sarà riprogrammata per il 5 di febbraio, domenica 22 è partita finalmente a Cà della Nave la lunga teoria dei “Cristianevents”, con la gara a coppie “4 palle”. Il regolamento...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Iniziativa per sensibilizzare all'abbattimento delle barriere

IN GIRO PER LA CITTÀ COME CHI NON VEDE O È IN CARROZZINA

Passeggiata esperienziale in centro per 40 studenti di Ca' Foscari


TREVISO - A spasso per la città "guardando" con gli occhi di chi non vede o vede male e seduti su una carrozzina, così come devono fare tutti i giorni coloro le persone con ridotta mobilità.
Sarà una passeggiata finalizzata a provare le stesse esperienze di queste persone quella che compiranno mercoledì prossimo i quaranta giovani del The Urban Innovation Bootcamp dell’Università Ca’ Foscari. Ad accompagnarli, i responsabili del GAAC (Gruppo di Associazioni per un’Abile Città) che da anni collabora con l’amministrazione comunale trevigiana per l’abbattimento di tutte le barriere: architettoniche, percettive e culturali.
I  ragazzi, divisi in due gruppi, partiranno dalla stazione ferroviaria alle 9, per poi, terminato il giro, trarre un bilancio collettivo sull'attività.
"Siamo convinti -, dice Sergio Costanzo, responsabile del GAAC, - che costruire una cultura dell’accessibilità sia il primo, necessario passo verso un mondo privo di barriere. Un obbiettivo ambizioso e che richiederà anni d’impegno per essere raggiunto. Tuttavia è un obiettivo necessario: un mondo accessibile per chi non vede o non può camminare, è un mondo più amichevole per anziani, mamme con passeggini e carrozzine e, in definitiva per tutti".