Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Iniziativa per sensibilizzare all'abbattimento delle barriere

IN GIRO PER LA CITTÀ COME CHI NON VEDE O È IN CARROZZINA

Passeggiata esperienziale in centro per 40 studenti di Ca' Foscari


TREVISO - A spasso per la città "guardando" con gli occhi di chi non vede o vede male e seduti su una carrozzina, così come devono fare tutti i giorni coloro le persone con ridotta mobilità.
Sarà una passeggiata finalizzata a provare le stesse esperienze di queste persone quella che compiranno mercoledì prossimo i quaranta giovani del The Urban Innovation Bootcamp dell’Università Ca’ Foscari. Ad accompagnarli, i responsabili del GAAC (Gruppo di Associazioni per un’Abile Città) che da anni collabora con l’amministrazione comunale trevigiana per l’abbattimento di tutte le barriere: architettoniche, percettive e culturali.
I  ragazzi, divisi in due gruppi, partiranno dalla stazione ferroviaria alle 9, per poi, terminato il giro, trarre un bilancio collettivo sull'attività.
"Siamo convinti -, dice Sergio Costanzo, responsabile del GAAC, - che costruire una cultura dell’accessibilità sia il primo, necessario passo verso un mondo privo di barriere. Un obbiettivo ambizioso e che richiederà anni d’impegno per essere raggiunto. Tuttavia è un obiettivo necessario: un mondo accessibile per chi non vede o non può camminare, è un mondo più amichevole per anziani, mamme con passeggini e carrozzine e, in definitiva per tutti".