Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Iniziativa per sensibilizzare all'abbattimento delle barriere

IN GIRO PER LA CITTÀ COME CHI NON VEDE O È IN CARROZZINA

Passeggiata esperienziale in centro per 40 studenti di Ca' Foscari


TREVISO - A spasso per la città "guardando" con gli occhi di chi non vede o vede male e seduti su una carrozzina, così come devono fare tutti i giorni coloro le persone con ridotta mobilità.
Sarà una passeggiata finalizzata a provare le stesse esperienze di queste persone quella che compiranno mercoledì prossimo i quaranta giovani del The Urban Innovation Bootcamp dell’Università Ca’ Foscari. Ad accompagnarli, i responsabili del GAAC (Gruppo di Associazioni per un’Abile Città) che da anni collabora con l’amministrazione comunale trevigiana per l’abbattimento di tutte le barriere: architettoniche, percettive e culturali.
I  ragazzi, divisi in due gruppi, partiranno dalla stazione ferroviaria alle 9, per poi, terminato il giro, trarre un bilancio collettivo sull'attività.
"Siamo convinti -, dice Sergio Costanzo, responsabile del GAAC, - che costruire una cultura dell’accessibilità sia il primo, necessario passo verso un mondo privo di barriere. Un obbiettivo ambizioso e che richiederà anni d’impegno per essere raggiunto. Tuttavia è un obiettivo necessario: un mondo accessibile per chi non vede o non può camminare, è un mondo più amichevole per anziani, mamme con passeggini e carrozzine e, in definitiva per tutti".