Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sono rientrati al Comando provinciale della GdF dsi Treviso

IN SERVIZIO I FINANZIERI ACCUSATI DI CORRUZIONE

Il capitano Arrighi e il luogotenente Freni arrestati e rilasciati


TREVISO - Sono tornati al lavoro i due finanzieri accusati di corruzione. Il capitano Stefano Arrighi e il luogotenente Biagio Freni, della Guardia di Finanza di Treviso, nelle scorse settimane erano stati messi agli arresti domiciliari e poi erano tornati in libertà. Secondo l'accusa i due esponenti delle Fiamme Gialle avevano accettato un orologio da 5.650 euro dall'imprenditore tessile di Ponte di Piave, Andrea Ongetta (anch'egli finito agli arresti e poi rilasciato), come regalo per “addomesticare” una verifica fiscale. Il giudice per le indagini preliminari Angelo Mascolo, tuttavia, ha ritenuto non vi fossero elementi sufficienti per provare l'avvenuto reato e dunque giustificare la detenzione. Revocati i domiciliari, è poi decaduta anche la sospensione dal servizio. Mercoledì l'ufficiale e il sottufficiale sono rientrati al Comando provinciale della Gdf, ottenendo nuovamente tesserino e arma di ordinanza. Al momento, secondo quanto trapelato, non sarebbero però stati reintegrati nei loro precedenti incarichi.
La Procura, che ha presentato ricorso contro la decisione del gip, prosegue comunque nell'inchiesta e, a carico dei due finanzieri, pende anche il procedimento amministrativo.