Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bloccato, nei giorni scorsi aveva tappezzato la cittą di volantini

SFRATTATO DI CASA, MINACCIA IL SUICIDIO A MOGLIANO

Un 69enne ha cercato di impiccarsi in via Ronzinella


MOGLIANO VENETO - Si è arrampicato su un albero davanti a casa ed ha minacciato di impiccarsi con una corda. Con sé aveva portato anche una tanica di benzina, pronto a darsi fuoco, nel caso il primo tentativo fosse fallito. E' stata una protesta estrema quella messa in atto questa mattina da Milan Cvetkovitch, 69enne ex saldatore di origini croate, residente in via Ronzinella, a Mogliano.
L'uomo aveva annunciato il gesto estremo, dopo aver subito lo sfratto: nei giorni scorsi aveva tappezzato la città di volantini, denunciando la sua situazione e accusando il Comune. Lo straniero, come ha spiegato lui stesso, vive in un appartamento di proprietà del suo ex datore di lavoro, con la moglie a carico e un'unica pensione di circa 900 euro. Secondo quanto ha raccontato, non avendo l'abitazione né corrente elettrica, né acqua due anni fa ha smesso di pagare l'affitto.
Il 69enne ha affermato di aver presentato più volte domanda per un alloggio popolare al Comune, ma di non aver mai ottenuto soluzioni concrete.
Scattate le procedure, ora l'iter di sfratto è giunto al dunque. E l'uomo ha messo in atto la sua forma di protesta. Per farlo desistere, in via Ronzinella sono intervenuti vigili del fuoco, polizia, carabinieri e Suem 118, oltre ad alcuni operatori dei servizi sociali dell'amministrazione municipale. Convinto a scendere, è stato poi portato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso.