Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica sul mondo golfistico con Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/128: AMATEUR MASTER ALLA MONTECCHIA

Grande organizzazione per la gara a coppie nel club padovano


SELVAZZANO DENTRO - Un grande evento, una importante organizzazione, un grande Campo. Ci sono tante agenzie che organizzano gare per gli amateurs, ma non mi sono mai imbattuto in chi ne organizza così tante, e di spessore: sabato 9 e domenica 10 luglio 2016 - Golf della Montecchia. Il primo, gioioso, interessante, Montecchia Amateur Master. Trentasei buche a coppie, di cui 18 in Louisiana e 18 a Quattro palle. Avevo sommariamente letto la locandina, ero stato impressionato dalla mole di premi in palio. Tanti e di valore. Ad ogni gara, ho pensato, rischia un marcato rosso. Per soddisfare la mia curiosità, ho partecipato. Appena ho potuto, ho voluto conoscere la persona di cui avevo sentito parlare, e ho trovato un personaggio magico. Cristian Lorenzo Righi, noto come Cristian Events, già calciatore, abile golfista, trasuda simpatia. La dialettica di chi ha solida esperienza, un trascinatore, un pizzico di follia, tanto ottimismo. Sta di fatto che alle sue gare, mi sono informato, la partecipazione è sempre numerosa. I premi, di valore, non il piattino, ma soggiorni di Golf all’estero e in Italia, viaggio compreso, per le coppie vincitrici nel Lordo, nel Netto, la Mista, i Senior; e di ogni categoria, premi addirittura fino alla quinta coppia classificata. Mai visto tanti premi in una gara!
A maggio “La Montecchia”, nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2022, aveva ospitato il Challenge, l’importante tappa del circuito italiano di Golf professionistico, che fa parte del Tour Europeo, il “Road to Oman”. Con questa manifestazione Cristian ha inteso portare l’emozione del Master ai dilettanti: Un Master a coppie, interessante e gioioso. È stato un divertente, impegnativo weekend di Golf, abbracciato all’atmosfera dei colli euganei. Si è giocato sui percorsi bianco e rosso. Sono state due giornate molto calde, ma qualche brezza ci ha permesso di godere del Campo che con gli spazi di gioco in condizioni perfette, non presentava difficoltà. Era tiratissimo, niente fuori posto. Abbiamo bevuto tanta acqua, acqua romana, messa a disposizione a volontà, riservandoci per i dopo gara, l’eccellente lambrusco “ottocentonero”, bevuto a go-go. Nella Louisiana, prima giornata, il gioco ci era andato molto bene (43 punti), tanto che il mio compagno Fabrizio, ed io, ci eravamo illusi di andare a premio. La Quattro palle del secondo giorno invece, non bene, anche se un po’ sfortunata. A dire il vero non eravamo andati male sul percorso Bianco. Poi, alla 6 e alla 7 del Rosso, rispettivamente di 4 e 2 di hcp, abbiamo entrambi fatto forfait (X). Come si fa! Due buche di seguito, male tutti e due!!! Era sufficiente che uno di noi avesse fatto bogey, per andare a premio. Pazienza! Qualche volta però si può vincere lo stesso. Ho vinto anch’io, infatti, ad estrazione: l’Auricchio, e le genuinità dell’Alce Nero.
Al Golf, che è un gioco, la cosa più importante è divertirsi. Certo che se giochi bene, tanto da andare a premio, il divertimento è maggiore. Non è tanto per il premio, quanto la soddisfazione di veder riconosciuto il buon gioco. Il divertimento, tuttavia, c’è stato: i validi compagni di gioco, il bel Campo, l’atmosfera spensierata di entrambe le giornate.
Come da programma, i premiati perché vincitori, sono stati tantissimi, almeno trentasei, senza contare gli assegnatari di quelle eleganti scarpe artigianali “Simone Mariotti”, sponsor di spessore. Non potendo elencarli tutti, ci limitiamo alle coppie prime classificate:
1^ lordo FILIPPO SILVELLO - PETER OLIVER (Vicenza) con 75 punti
1^ netto NICCOLO’ ZANELLA - DIEGO FERRARI (Vigne) 94
1^ Coppia Senior STEFAN QUELLMANN - PIERO BELLONI (Montecchia) 88
1^ Coppia Mista ANTONIO LOVISON - CRISTINA ORTICA (Montecchia) 88
Queste coppie hanno vinto il soggiorno di una settimana a Santo Domingo, dove ci sarà la finale mondiale, completamente ospiti per viaggio, soggiorno, green fee. Stessa cosa per le coppie arrivate seconde classificate, altre otto persone. Le quattro arrivate terze medesimo trattamento, ma andranno in Spagna. Per le coppie arrivate in quarta e quinta posizione ci sarà invece un week end in un Campo da Golf a scelta, in Italia o all’estero. Una sequela di premi, una processione per ritirarli.
MILLE e CINQUANTA sono le gare che Cristian sponsorizza ogni anno su 24 circuiti in tutta Italia, tra le quali 3 Master di coppia per dilettanti, e poi l’estero, gli incontri in America, in Florida. A fine febbraio aveva sostenuto una Ryder Cup, con vittoria dell’Italia, di 20 italiani contro 20 americani, al Champions Gate di Orlando.
A settembre reggerà un Master amateur singolo su 54 buche in tre giornate, con il taglio dopo la seconda. È quasi una federazione. Onore a Cristian, rispetto a “La Montecchia”.
Paolo Pilla