Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I reperti ritrovati durante i lavori vicino alla chiesa di S. Leonardo

SOTTO PIAZZA DEI BATTUTI ANCHE UNO SCHELETRO

Gli scavi restituiscono ossa umane risalenti al XIII secolo


TREVISO - "Gli scavi archeologici in piazza Santa Maria dei Battuti hanno restituito anche delle ossa umane risalenti, secondo una prima stima degli archeologi sul campo, probabilmente al 1200". Così l'assessore alla Cura e al benessere urbano, Ofelio Michielan descrive i ritrovamenti derivanti dal cantiere, nel tratto adiacente alla chiesa di San Leonardo, che a ottobre restituirà alla città una piazza rinnovata pronta per accogliere i tanti turisti e visitatori che arriveranno in città anche per le grandi mostre.
Già nelle scorse settimane, gli scavi ed i successivi approfondimenti archeologici avevano consentito di appurare come nell'attuale area di Santa Maria dei Battuti in epoca medioevale non vi fosse una piazza, bensì una serie di edifici, come dimostrano le fondamenta e una sorta di vasca rinvenute. Catalogati, documentati ed adeguatamente protetti questi reperti erano stati poi nuovamente ricoperti per poter proseguire con i lavori di risistemazione della piazza.

"Come sempre devo ringraziare la Soprintendenza per la collaborazione dimostrata - sottolinea l'assessore Michielan -. Gli scavi e i sondaggi nel tratto dove sono state rinvenute le ossa procederanno parallelamente ai lavori sulla rete fognaria che sta realizzando Ats. Tutto procederà dunque nei tempi stabiliti".