Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/152: IN SUDAFRICA, EDO MOLINARI TRA I PROTAGONISTI

Nella tappa "australe" dell'European Tour si impone l'inglese Storm


Edoardo Molinari, Nino Bertasio e il dilettante romano Philip Geerts, sono gli azzurri impegnati nel torneo BMW South African Open dell’European Tour, combinato con il Sunshine Tour, in atto dal 12 al 15 gennaio. Il Campo di gioco è il Glendower (par 72) di City of Ekurhuleni. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Preso il lestofante, è un 37enne di Latisana

FURTI ALLA POLSTRADA: IL LADRO ERA UN POLIZIOTTO

E' già stato trasferito alla polstrada di Bologna


TREVISO - Sparivano i soldi dagli uffici: il ladro era un poliziotto. E' nei guai un agente della polstrada di Treviso, Cristian Deotti, 37enne di Latisana. Il poliziotto, già trasferito alla sede di Bologna in attesa del processo, è coinvolto nell’indagine coordinata dal pm Massimo De Bortoli e condotta suoi colleghi di Treviso. I furti, a quanto sembra parecchi, erano cominciati nella prima parte del 2016 fino a qualche mese fa, allorchè le prove nei suoi confronti sono diventate inconfutabili. Secondo l'accusa, Deotti approfittava dell'assenza dei colleghi per impossessarsi dei portafogli che le vittime lasciavano sulle scrivanie o nei borselli.