Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso - Il bilancio dei controlli della Polstrada provinciale

FERRAGOSTO SULLE STRADE, 500 MULTE E 800 PUNTI TOLTI

Fioccano sanzioni per guida con il telefonino o senza cinture


TREVISO - Oltre mezzo migliaio di violazioni contestate, in particolare circa 40 automobilisti sorpresi alla guida mentre parlavano al telefonino ed altri 80 senza le cinture allacciate. Sono solo alcuni dei numeri dei controlli attuati dalla Polizia stradale di Treviso nel lungo weekend di Ferragosto. L'attività non si è certo fermata durante il ponte dell'Assunta, anzi nei giorni precedenti e immediatamente successivi la festività, clou delle vacanze estive, gli agenti comandati da Alessandro De Ruosi hanno intensificato la loro opera su tutta la rete viaria della Marca: le 164 pattuglie impegnate tra Sezione di Treviso, sottosezione Autostradale A27 – Treviso Nord e Distaccamenti di Castelfranco Veneto e Vittorio Veneto, hanno controllato oltre 1.700 veicoli e quasi 2mila persone.
Nel complesso i poliziotti hanno accertato oltre 500 infrazioni al Codice della Strada, decurtando in totale più di 800 punti e ritirando 20 patenti. Altrettanti i veicoli posti sotto sequestro o fermo amministrativo.
In special modo, gli operatori si sono concentrati sull'uso del cellulare alla guida, una delle principali cause di incidenti in provincia: una quarantina le multe staccate per questa ragione. Circa il doppio, un'ottantina, le sanzioni per chi non viaggiava senza le cinture di sicurezza. In particolare, oltre il 20% è dovuto al mancato o scorretto utilizzo dei sistemi di ritenuta per bambini, con conseguente sanzione a carico dei genitori, mentre un altro 10% è stato contestato nei confronti di passeggeri che occupavano i sedili posteriori dei veicoli. Buona parte di costoro, peraltro, sono risultati molto sorpresi nello scoprire che le cinture sono obbligatorie, fin dal 1990, anche per chi è seduto nella parte posteriore dell'abitacolo.
Visto il numero non certo contenuto di queste contestazioni – spiegano dal comando provinciale della Polstrada -, i controlli non potranno che continuare ed anzi aumentare nei prossimi mesi ancora una volta con l’utilizzo di auto e moto “civetta”.
Quasi 200, inoltre, i soccorsi prestati ad automobilisti in difficoltà tra pneumatici da sostituire, veicoli in panne per le più svariate ragioni e malesseri dei conducenti o dei passeggeri, in prevalenza lungo la tratta Autostradale di competenza dall’Aeroporto Marco Polo di Venezia fino alla SS51 di Alemagna nei pressi di Belluno.