Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Superati i dubbi iniziali: "Me lo chiedono i colleghi"

MANILDO SI CANDIDA A PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

Il sindaco di Treviso in corsa per l'ente il 18 settembre


TREVISO - Giovanni Manildo si candida ufficialmente a presidente della "nuova" Provincia di Treviso, nelle elezioni in programma il prossimo 18 ottobre. "Ho messo a disposizione la mia candidatura - spiega il primo cittadino di Treviso - rispondendo a una richiesta di molti sindaci e amministratori locali, che chiedono di interpretare convintamente lo spirito del decreto Delrio sul nuovo ente, individuando nella figura del sindaco del comune capoluogo il ruolo e la responsabilità di presidente della Provincia. Mi metto quindi a disposizione, con l'impegno e la determinazione necessari, allo scopo di concorrere all'elezione di un ente di secondo livello importante per la funzione che potrà avere a sostegno delle nostre amministrazioni comunali, e quindi dei cittadini dell'intera Marca trevigiana".
Dopo la riforma legislativa, la Provincia (attualmente guidata come commissario dall'uscente Leonardo Muraro) non avrà più un'amministrazione eletta direttamente dai cittadini, ma diventerà un cosiddetto "ente di secondo livello", retta da un'assemblea di sindaci o consiglieri dei vari comuni del territorio, che sceglieranno tra loro un presidente.
Manildo in un primo momento non aveva nascosto i dubbi nel correre per questo incarico, proprio in virtù dei già pressanti impegni legati all'amministrazione del principale centro della Marca. Alla fine, però, ha deciso di acconsentire alle sollecitazioni di colleghi e compagni di partito.
"In questo senso - afferma il sindaco del capoluogo - l'elezione del nuovo ente non può e non deve seguire logiche e calcoli di colore partitico, ma essere posto su un piano prettamente amministrativo. Per questo ho chiesto ai sindaci un impegno diretto accanto a me. Accanto all'impegno degli amministratori. Ringrazio per la fiducia accordata alla mia persona, oltre al ruolo di sindaco del capoluogo che rivesto e assicuro, proprio perché sento accanto a me l'impegno di tanti amministratori, che ce la metterò tutta".
E soddisfazione per la scelta è stata espressa anche da Lorena Andreetta, segretario provinciale del Partito Democratico. "Le elezioni provinciali quale ente di secondo livello hanno riflessi diretti sui servizi e le attività dei comuni e, quindi, dei cittadini - sottolinea Andreetta -. E' un gesto di responsabilità e generosità la decisione del sindaco del comune capoluogo, Giovanni Manildo, di candidarsi alla presidenza della provincia di Treviso. Per noi questa è un'occasione molto importante e stiamo lavorando con determinazione, unità di intenti e grande sintonia". La responsabile provinciale del Pd ribadisce anche come si stia già lavorando ad una lista "che possa supportare la candidatura di Manildo e concorrere in maniera significativa alla formazione del consiglio provinciale".