Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Superati i dubbi iniziali: "Me lo chiedono i colleghi"

MANILDO SI CANDIDA A PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

Il sindaco di Treviso in corsa per l'ente il 18 settembre


TREVISO - Giovanni Manildo si candida ufficialmente a presidente della "nuova" Provincia di Treviso, nelle elezioni in programma il prossimo 18 ottobre. "Ho messo a disposizione la mia candidatura - spiega il primo cittadino di Treviso - rispondendo a una richiesta di molti sindaci e amministratori locali, che chiedono di interpretare convintamente lo spirito del decreto Delrio sul nuovo ente, individuando nella figura del sindaco del comune capoluogo il ruolo e la responsabilità di presidente della Provincia. Mi metto quindi a disposizione, con l'impegno e la determinazione necessari, allo scopo di concorrere all'elezione di un ente di secondo livello importante per la funzione che potrà avere a sostegno delle nostre amministrazioni comunali, e quindi dei cittadini dell'intera Marca trevigiana".
Dopo la riforma legislativa, la Provincia (attualmente guidata come commissario dall'uscente Leonardo Muraro) non avrà più un'amministrazione eletta direttamente dai cittadini, ma diventerà un cosiddetto "ente di secondo livello", retta da un'assemblea di sindaci o consiglieri dei vari comuni del territorio, che sceglieranno tra loro un presidente.
Manildo in un primo momento non aveva nascosto i dubbi nel correre per questo incarico, proprio in virtù dei già pressanti impegni legati all'amministrazione del principale centro della Marca. Alla fine, però, ha deciso di acconsentire alle sollecitazioni di colleghi e compagni di partito.
"In questo senso - afferma il sindaco del capoluogo - l'elezione del nuovo ente non può e non deve seguire logiche e calcoli di colore partitico, ma essere posto su un piano prettamente amministrativo. Per questo ho chiesto ai sindaci un impegno diretto accanto a me. Accanto all'impegno degli amministratori. Ringrazio per la fiducia accordata alla mia persona, oltre al ruolo di sindaco del capoluogo che rivesto e assicuro, proprio perché sento accanto a me l'impegno di tanti amministratori, che ce la metterò tutta".
E soddisfazione per la scelta è stata espressa anche da Lorena Andreetta, segretario provinciale del Partito Democratico. "Le elezioni provinciali quale ente di secondo livello hanno riflessi diretti sui servizi e le attività dei comuni e, quindi, dei cittadini - sottolinea Andreetta -. E' un gesto di responsabilità e generosità la decisione del sindaco del comune capoluogo, Giovanni Manildo, di candidarsi alla presidenza della provincia di Treviso. Per noi questa è un'occasione molto importante e stiamo lavorando con determinazione, unità di intenti e grande sintonia". La responsabile provinciale del Pd ribadisce anche come si stia già lavorando ad una lista "che possa supportare la candidatura di Manildo e concorrere in maniera significativa alla formazione del consiglio provinciale".