Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Con Grande guerra e luoghi d'arte si punta a quota 120mila per fine 2016

BOOM DI TURISTI A VITTORIO VENETO E SULLE PREALPI TREVIGIANE

Presenze aumentate del 20% in due anni


VITTORIO VENETO - Le prealpi e le colline del Vittoriese attirano sempre più turisti. Si è passati dalle circa 92mila presenze (ovvero notti dormite) del 2013 alle circa 110mila del 2015. Un incremento, quindi, del 20% in due anni. I primi quattro mesi del 2016 mostrano un ulteriore aumento del 13% rispetto al 2015 rendendo, quindi, ragionevolmente ipotizzabile che a fine anno venga superata quota 120mila presenze.
I dati sono emersi in occasione dell'incontro tra i sindaci ed i rappresentanti dei Comuni che hanno capo all'Ufficio informazioni turistiche dell'area: Cappella Maggiore, Cison di Valmarino, Colle Umberto, Cordignano, Follina, Fregona, Miane, Revine Lago, Sarmede, Tarzo, Vittorio Veneto, promotore della riunione. Dall’analisi degli accessi all’ufficio Iat emerge anche come siano in crescita le richieste di informazioni da parte di visitatori stranieri: in prevalenza di lingua inglese, ma seguiti di poco da tedeschi ed austriaci. E significativo è pure il numero dei turisti francesi dei quali è noto l’interesse per i temi legati alla Grande Guerra. Le prospettive, dunque, per il prossimo biennio appaiono positive. L'obiettivo è puntare soprattutto sulla valorizzazione sulla valorizzazione del territorio e dell’enogastronomia (laghi, colline del Prosecco, paesaggi prealpini), sulle valenze storico artistiche (Grande Guerra, musei e luoghi d'arte, itinerari della fede) e sulle iniziative culturali a valenza internazionale, come la candidatura di Vittorio Veneto a capitale italiana della cultura 2018 o la candidatura a sito Unesco delle colline del Prosecco.
“Uniti si vince! – dichiarano coralmente i sindaci degli undici comuni –. I dati mostrano la forte crescita della nostra realtà territoriale e confermano la bontà della scelta di lavorare in sinergia, migliorando il servizio e la visibilità dell’area a livello non solo nazionale ma anche internazionale”.