Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Con Grande guerra e luoghi d'arte si punta a quota 120mila per fine 2016

BOOM DI TURISTI A VITTORIO VENETO E SULLE PREALPI TREVIGIANE

Presenze aumentate del 20% in due anni


VITTORIO VENETO - Le prealpi e le colline del Vittoriese attirano sempre più turisti. Si è passati dalle circa 92mila presenze (ovvero notti dormite) del 2013 alle circa 110mila del 2015. Un incremento, quindi, del 20% in due anni. I primi quattro mesi del 2016 mostrano un ulteriore aumento del 13% rispetto al 2015 rendendo, quindi, ragionevolmente ipotizzabile che a fine anno venga superata quota 120mila presenze.
I dati sono emersi in occasione dell'incontro tra i sindaci ed i rappresentanti dei Comuni che hanno capo all'Ufficio informazioni turistiche dell'area: Cappella Maggiore, Cison di Valmarino, Colle Umberto, Cordignano, Follina, Fregona, Miane, Revine Lago, Sarmede, Tarzo, Vittorio Veneto, promotore della riunione. Dall’analisi degli accessi all’ufficio Iat emerge anche come siano in crescita le richieste di informazioni da parte di visitatori stranieri: in prevalenza di lingua inglese, ma seguiti di poco da tedeschi ed austriaci. E significativo è pure il numero dei turisti francesi dei quali è noto l’interesse per i temi legati alla Grande Guerra. Le prospettive, dunque, per il prossimo biennio appaiono positive. L'obiettivo è puntare soprattutto sulla valorizzazione sulla valorizzazione del territorio e dell’enogastronomia (laghi, colline del Prosecco, paesaggi prealpini), sulle valenze storico artistiche (Grande Guerra, musei e luoghi d'arte, itinerari della fede) e sulle iniziative culturali a valenza internazionale, come la candidatura di Vittorio Veneto a capitale italiana della cultura 2018 o la candidatura a sito Unesco delle colline del Prosecco.
“Uniti si vince! – dichiarano coralmente i sindaci degli undici comuni –. I dati mostrano la forte crescita della nostra realtà territoriale e confermano la bontà della scelta di lavorare in sinergia, migliorando il servizio e la visibilità dell’area a livello non solo nazionale ma anche internazionale”.