Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 270 i partecipanti da tutta Italia, Sicilia compresa

TRONCHI, BALLE DI FIENO E MURI DA SALTARE: ECCO LA BESTIA

Domenica a Miane la gara con trail, mountain bike e ostacoli


MIANE - Dalle Prime Crode a La Bissa, dal Covert-one al Purgatorio, dal Cover-two a Il Peso della coscienza, dall'Aperitivo all'Hangover, dall'Iron Will a La Gobba della Bestia al Fienz-zoned. Dai passaggi nel torrente a tratti di copertoni da saltare, dai tronchi da trasportare in spalla a muri da superare, da una fangaia con uscita su un dosso da attraversare alle balle di fieno da scalvare. Sarà una prova per veri duri, quella di domenica 28 agosto. A Miane è ormai tutto pronto per "La Bestia", la manifestazione che unisce trail running, mountain bike e corsa ad ostacoli in stile "percorso di guerra": un mix di fatica, divertimento e un po' di follia. L'appuntamento è alle 10 nella sede della Pro Loco, sede di partenza, arrivo e di "zona cambio".
Oltre 270 i partecipanti: 109 sono Orsi e gareggeranno individualmente, 12 sono le staffette Lupo (24 in totale i concorrenti) e 40 i gruppi Giaguari (120 gli staffettisti). Tre le frazioni da affrontare: 9,3 km a piedi con le Tenade e la schiena del Drago (pendenze dal 12,5 % al 21,7 %, con una ripida discesa al 16 %), 12,7 km in mountain bike (da Campea al salto della capra, dal Cristo tra i Boschi e la chiesetta di Ronch, con Duei e Calchera e pendenze del 14 %, 10 % e 15,9 %, discese al 17 % e al 13 %) e 8,7 km di percorso ad ostacoli (3 giri da 2,9 km).
Un evento per atleti allenati (soprattutto per gli Orsi che affronteranno tutte le frazioni) ma anche per gli amici che si vorranno divertire dividendo la fatica per due (Lupo) o per tre (Giaguaro). Questa volta il cronometro non avrà l'attenzione maggiore: le sfide saranno soprattutto contro se stessi e contro le altre squadre, ma un clima più goliardico che agonistico. L'entusiasmo per "La Bestia" è tantissimo e in molti arriveranno da tutt'Italia: da Lombardia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche e Sicilia.
La Bestia è organizzata dall'Asd Treviso Marathon, con la gestione tecnica di Maratona di Treviso, la collaborazione di Miane Bike Team e Pro Loco di Miane e il patrocinio del Comune di Miane.