Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra sculture ecologiche e violocello gigante, spazio aperto a tutti

IL PARCO DELLA MUSICA RISUONA SULLE COLLINE

Inaugurata una nuova area a Castelcies di Cavaso del Tomba


CAVASO DEL TOMBA - Seguendo il loro sogno, il musicista Fernando Sartor, docente di violoncello, e la moglie Valentina Cremona, imprenditrice, hanno trasformato la propria collina privata in un parco della musica. The music country house inaugurato a Castelcies, a Cavaso del Tomba in provincia di Treviso, sarà a disposizione del pubblico.
Il parco appare in tutto il suo splendore grazie anche alla partnership con l'artista Enrico Benetta che ha donato 7 sculture musicali e al violoncello gigante (6 metri di altezza). Quest'opera ha la straordinaria capacità di scandire le ore ed annunciare le condizioni atmosferiche, emettendo suoni e rumori in uno fluire continuo che accoglie la vita ed il movimento naturale del parco. La struttura diventerà inoltre uno spazio di studio per studenti tecnologici.
“La dimensione di fondo”- ha spiegato Fernando Sartor- “che collega musica, arte, natura è quella della rigenerazione, che si ritrova nei materiali di riciclo utilizzati per il restauro “filologico” del rustico, in quelli di scarto utilizzati per le sculture, ora restituite a nuova vita grazie a passione e creatività”.

Galleria fotograficaGalleria fotografica