Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ennesimo litigio della coppia che vive a Monigo

BOTTE E MINACCE ALLA EX, NEI GUAI 56ENNE VENEZIANO

Inseguito dai Carabinieri, in auto una lanciarazzi abusiva


TREVISO - E' accusato di aver picchiato e minacciato l'ex compagna durante una lite. Un 56enne veneziano, M. P. le sue iniziali, è stato arrestato domenica notte dai Carabinieri della Compagnia di Treviso.
Il fatto è avvenuto intorno a mezzanotte e mezza in un'abitazione di Monigo, nella periferia cittadina: protagonista, oltre all'uomo, incensurato, una donna di origini keniote di 36 anni. I due hanno avuto una tormentata relazione, costellata di litigi. Proprio durante l'ennesimo diverbio, l'altra notte – così ha raccontato la donna ai militari dell'Arma – il veneziano avrebbe malmenato la convivente e, non pago, avrebbe minacciato di farle pagare la fine della loro storia. Dopodichè si è allontanato in auto. Proprio mentre la giovane stava raccontando l'accaduto ai Carabinieri del Nucleo Radiomoabile intervenuti sul posto, il veneziano è tornato verso casa: alla vista delle divise, però, ha fatto rapidamente marcia indietro cercando di dileguarsi.
Dopo un breve inseguimento, tuttavia, i Carabinieri hanno raggiunto e fermato il fuggitivo. Perquisendo la sua auto, hanno trovato una pistola lanciarazzi, priva di matricola, e un pugnale.
Il 56enne è stato dunque arrestato per porto abusivo d'arma clandestina e trattenuto in custodia nella caserma di via Cornarotta, in attesa di comparire davanti al Tribunale di Treviso per l’udienza di convalida.