Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ennesimo litigio della coppia che vive a Monigo

BOTTE E MINACCE ALLA EX, NEI GUAI 56ENNE VENEZIANO

Inseguito dai Carabinieri, in auto una lanciarazzi abusiva


TREVISO - E' accusato di aver picchiato e minacciato l'ex compagna durante una lite. Un 56enne veneziano, M. P. le sue iniziali, è stato arrestato domenica notte dai Carabinieri della Compagnia di Treviso.
Il fatto è avvenuto intorno a mezzanotte e mezza in un'abitazione di Monigo, nella periferia cittadina: protagonista, oltre all'uomo, incensurato, una donna di origini keniote di 36 anni. I due hanno avuto una tormentata relazione, costellata di litigi. Proprio durante l'ennesimo diverbio, l'altra notte – così ha raccontato la donna ai militari dell'Arma – il veneziano avrebbe malmenato la convivente e, non pago, avrebbe minacciato di farle pagare la fine della loro storia. Dopodichè si è allontanato in auto. Proprio mentre la giovane stava raccontando l'accaduto ai Carabinieri del Nucleo Radiomoabile intervenuti sul posto, il veneziano è tornato verso casa: alla vista delle divise, però, ha fatto rapidamente marcia indietro cercando di dileguarsi.
Dopo un breve inseguimento, tuttavia, i Carabinieri hanno raggiunto e fermato il fuggitivo. Perquisendo la sua auto, hanno trovato una pistola lanciarazzi, priva di matricola, e un pugnale.
Il 56enne è stato dunque arrestato per porto abusivo d'arma clandestina e trattenuto in custodia nella caserma di via Cornarotta, in attesa di comparire davanti al Tribunale di Treviso per l’udienza di convalida.