Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermata nella notte dai Carabinieri di Treviso durante un controllo

PROSTITUTA ROMENA ARRESTATA SU MANDATO DELL'INTERPOL

La 26enne si vendeva sulla Pontebbana nonostante fosse ricercata


VILLORBA - Su di lei pendeva un “mandato di arresto europeo” dell’Interpol, ma nonostante ciò, S.F.I. 26enne di origini romene, continuava a prostituirsi in strada fintanto che non è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Treviso.
Il fermo è avvenuto la scorsa notte, verso le 3, lungo la strada statale 13 “Pontebbana” nel tratto in comune di Villorba durante uno dei numerosi controlli che rientrano nella strategia, di più ampio respiro, messa in atto dai Carabinieri del capoluogo, per arginare il fenomeno della prostituzione lungo le principali direttrice stradali della provincia.
La giovane donna, che deve scontare una condanna emessa dalla Corte di Romania per reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica, conclusi gli accertamenti, è stata trasferita nella sezione femminile del carcere di Venezia, in attesa che la magistratura italiana decida sulla sua estradizione.