Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermata nella notte dai Carabinieri di Treviso durante un controllo

PROSTITUTA ROMENA ARRESTATA SU MANDATO DELL'INTERPOL

La 26enne si vendeva sulla Pontebbana nonostante fosse ricercata


VILLORBA - Su di lei pendeva un “mandato di arresto europeo” dell’Interpol, ma nonostante ciò, S.F.I. 26enne di origini romene, continuava a prostituirsi in strada fintanto che non è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Treviso.
Il fermo è avvenuto la scorsa notte, verso le 3, lungo la strada statale 13 “Pontebbana” nel tratto in comune di Villorba durante uno dei numerosi controlli che rientrano nella strategia, di più ampio respiro, messa in atto dai Carabinieri del capoluogo, per arginare il fenomeno della prostituzione lungo le principali direttrice stradali della provincia.
La giovane donna, che deve scontare una condanna emessa dalla Corte di Romania per reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica, conclusi gli accertamenti, è stata trasferita nella sezione femminile del carcere di Venezia, in attesa che la magistratura italiana decida sulla sua estradizione.