Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermata nella notte dai Carabinieri di Treviso durante un controllo

PROSTITUTA ROMENA ARRESTATA SU MANDATO DELL'INTERPOL

La 26enne si vendeva sulla Pontebbana nonostante fosse ricercata


VILLORBA - Su di lei pendeva un “mandato di arresto europeo” dell’Interpol, ma nonostante ciò, S.F.I. 26enne di origini romene, continuava a prostituirsi in strada fintanto che non è stata arrestata dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Treviso.
Il fermo è avvenuto la scorsa notte, verso le 3, lungo la strada statale 13 “Pontebbana” nel tratto in comune di Villorba durante uno dei numerosi controlli che rientrano nella strategia, di più ampio respiro, messa in atto dai Carabinieri del capoluogo, per arginare il fenomeno della prostituzione lungo le principali direttrice stradali della provincia.
La giovane donna, che deve scontare una condanna emessa dalla Corte di Romania per reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica, conclusi gli accertamenti, è stata trasferita nella sezione femminile del carcere di Venezia, in attesa che la magistratura italiana decida sulla sua estradizione.