Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alcune persone che lo seguivano sentono le grida e danno l'allarme

SCIVOLA SUL SENTIERO E CADE PER 30 METRI SUL GRAPPA

Escursionista di Resana recuperato dal Soccorso alpino


PADERNO DEL GRAPPA - Attorno alle 14.20 il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato per intervenire in supporto dell'elicottero di Treviso emergenza, decollato in direzione del Monte Grappa in aiuto di un escursionista caduto dal sentiero e ruzzolato per una trentina di metri. Alcune escursioniste che percorrevano il sentiero numero 153 avevano infatti sentito i suoi richiami dalla scarpata e avevano dato l'allarme. L'uomo, residente a Resana, era partito da solo in mattinata, aveva raggiunto Pian dea Baea dal sentiero 151 per poi scendere dal 153, dove, a circa 1.100 metri di quota era scivolato. Le escursioniste, che si trovavano dietro di lui sull'itinerario, non hanno assistito all'incidente e avevano superando il punto dove era avvenuto, ma sono tornare subito indietro non appena sentite le grida. Grazie alle indicazioni precise del luogo date alla Centrale operativa, l'eliambulanza ha individuato presto l'infortunato e ha sbarcato medico e tecnico di elisoccorso con un verricello di una decina di metri, per poi andare a imbarcare due soccorritori per facilitare le operazioni di recupero. Prestate le prime cure, l'uomo è stato imbarellato e sollevato sempre con un verricello per essere trasportato fino a San Liberale e da lì all'ospedale con una possibile frattura alla gamba. I soccorritori sono rientrati a piedi.