Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6° APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, esposti anche quattro uffici mobili dell'epoca

NELLA GRANDE GUERRA ANCHE LE POSTE VANNO AL FRONTE

Al Museo della Battaglia una mostra sul servizio per i soldati


VITTORIO VENETO - Quattro miliardi di lettere e cartoline scambiate tra il fronte ed il Paese dal 1915 al 1918, 2 milioni di lettere e cartoline smistate mediamente nell’ufficio di concentramento di Treviso nel 1917, 13mila donne impiegate nel settore Poste, Telegrafi e Telefoni durante il conflitto. Sono solo alcuni dei numeri che figurano un quadro complesso e inesplorato della nostra storia durante la Grande Guerra. Per poter facilitare un traffico di questo tipo le Poste Italiane aveva istituito un complesso sistema organizzativo che comprendeva anche le Casse di Posta Militare: uffici mobili agili da utilizzare anche nelle zone più vicine al fronte.
Una mostra curiosa ed estremamente interessante al Museo della Battaglia di Vittorio Veneto, dal 10 settembre al 2 ottobre, dal titolo “La Posta militare durante la Grande Guerra” indaga questo particolare aspetto della Guerra e lo fa attraverso l’esposizione di quattro Casse di Posta Militare originali con tutto il contenuto utile al lavoro degli addetti che consentiva ai soldati al fronte di tenere un contatto con le proprie famiglie. Questo prezioso materiale è stato fornito da Poste Italiane, custodito integro fino ad oggi dal loro Archivio Storico.
Ad arricchire questo prezioso materiale esposto sono state selezionate, dai giovani studenti e studiosi che lavorano al Museo della Battaglia, una serie di lettere e cartoline tra le moltissime nei depositi, per raccontare alcuni momenti della vita dei soldati e delle famiglie che a casa aspettavano con ansia qualsiasi notizia.
La mostra è allestita nella la Chiesa di San Paoletto, spazio multifunzionale del Museo della Battaglia e vi si accede al termine della visita agli spazi dell'esposione permanente con lo stesso biglietto di ingresso.
La rassegna sarà inaugurata sabato prossimo, 10 settembre, alle 17, con un’introduzione del dottor Alex Da Frè, storico ed operatore didattico del museo.