Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Era con altre 8 persone, recuperate sotto shock dal Soccorso alpino

ESCURSIONISTA 22ENNE PRECIPITA E MUORE SUL CIVETTA

Giovane pakistano scivola mentre scendeva per la via normale


ZOLDO - Scendendo per la via normale al Monte Civetta, assieme a una comitiva di persone, un giovane escursionista è scivolato, cadendo nel vuoto e ha perso la vita. La vittima, un ventiduenne di origine pakistana, faceva parte di un gruppo con altre 8 persone, sei ragazzi e due insegnanti. Dopo aver pernottato al Rifugio Torrani, sabato mattina il gruppo stava scendendo, quando il ragazzo, che seguiva da ultimo, ha perso l'equilibrio forse a causa della superficie ghiacciata ed è precipitato per un'ottantina di metri. Scattato l'allarme, verso le 9 è decollato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che è riuscito a sbarcare tecnico di elisoccorso, medico e infermiere a 2.600 metri di quota, dove si sono assicurati alla parete. Purtroppo non c'è stato altro che constatare il decesso del giovane straniero. La nebbia poi si è chiusa sui soccorritori. Non appena si è riaperto un varco nelle nuvole, medico ed infermiere sono stati imbarcati dall'eliambulanza, che li ha trasportati all'inizio della ferrata, per poi raggiungere il tecnico di elisoccorso. Quando la nebbia lo ha permesso la salma è poi stata recuperata a trasportata a Forno di Zoldo. Nel frattempo i compagni sotto shock sono tornati al Torrani, dove l'elicottero è riuscito a caricarne tre per portarli a valle. Solo successivamente, appena le condizioni meteo l'hanno permesso, è stato completato il trasbordo anche del resto del gruppo.