Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Era con altre 8 persone, recuperate sotto shock dal Soccorso alpino

ESCURSIONISTA 22ENNE PRECIPITA E MUORE SUL CIVETTA

Giovane pakistano scivola mentre scendeva per la via normale


ZOLDO - Scendendo per la via normale al Monte Civetta, assieme a una comitiva di persone, un giovane escursionista è scivolato, cadendo nel vuoto e ha perso la vita. La vittima, un ventiduenne di origine pakistana, faceva parte di un gruppo con altre 8 persone, sei ragazzi e due insegnanti. Dopo aver pernottato al Rifugio Torrani, sabato mattina il gruppo stava scendendo, quando il ragazzo, che seguiva da ultimo, ha perso l'equilibrio forse a causa della superficie ghiacciata ed è precipitato per un'ottantina di metri. Scattato l'allarme, verso le 9 è decollato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che è riuscito a sbarcare tecnico di elisoccorso, medico e infermiere a 2.600 metri di quota, dove si sono assicurati alla parete. Purtroppo non c'è stato altro che constatare il decesso del giovane straniero. La nebbia poi si è chiusa sui soccorritori. Non appena si è riaperto un varco nelle nuvole, medico ed infermiere sono stati imbarcati dall'eliambulanza, che li ha trasportati all'inizio della ferrata, per poi raggiungere il tecnico di elisoccorso. Quando la nebbia lo ha permesso la salma è poi stata recuperata a trasportata a Forno di Zoldo. Nel frattempo i compagni sotto shock sono tornati al Torrani, dove l'elicottero è riuscito a caricarne tre per portarli a valle. Solo successivamente, appena le condizioni meteo l'hanno permesso, è stato completato il trasbordo anche del resto del gruppo.