Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Era con altre 8 persone, recuperate sotto shock dal Soccorso alpino

ESCURSIONISTA 22ENNE PRECIPITA E MUORE SUL CIVETTA

Giovane pakistano scivola mentre scendeva per la via normale


ZOLDO - Scendendo per la via normale al Monte Civetta, assieme a una comitiva di persone, un giovane escursionista è scivolato, cadendo nel vuoto e ha perso la vita. La vittima, un ventiduenne di origine pakistana, faceva parte di un gruppo con altre 8 persone, sei ragazzi e due insegnanti. Dopo aver pernottato al Rifugio Torrani, sabato mattina il gruppo stava scendendo, quando il ragazzo, che seguiva da ultimo, ha perso l'equilibrio forse a causa della superficie ghiacciata ed è precipitato per un'ottantina di metri. Scattato l'allarme, verso le 9 è decollato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che è riuscito a sbarcare tecnico di elisoccorso, medico e infermiere a 2.600 metri di quota, dove si sono assicurati alla parete. Purtroppo non c'è stato altro che constatare il decesso del giovane straniero. La nebbia poi si è chiusa sui soccorritori. Non appena si è riaperto un varco nelle nuvole, medico ed infermiere sono stati imbarcati dall'eliambulanza, che li ha trasportati all'inizio della ferrata, per poi raggiungere il tecnico di elisoccorso. Quando la nebbia lo ha permesso la salma è poi stata recuperata a trasportata a Forno di Zoldo. Nel frattempo i compagni sotto shock sono tornati al Torrani, dove l'elicottero è riuscito a caricarne tre per portarli a valle. Solo successivamente, appena le condizioni meteo l'hanno permesso, è stato completato il trasbordo anche del resto del gruppo.