Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/151: GLI AZZURRI ALLA QUALIFICAZIONE PER IL TOUR ASIATICO

Alle Hawaii via al Pga: nel torneo dei campioni comanda Justin Thomas


Due interessanti manifestazioni in questi giorni, alle Hawaii e in Tailandia: mentre la PGA americana dà il via al torneo riservato ai vincitori della scorsa stagione che segna anche l’inizio del Tour statunitense, gli azzurri Alessandro Tadini (piemontese) e Aron Zemmer (ventiseienne...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/150: IL BILANCIO AZZURRO DI UN ANNO SUI GREEN

Francesco Molinari ancora troppo solo e 4 nuove proette nel Tour


TREVISO - Ha ricevuto pennellate di azzurro da parte dei nostri giocatori, il mondo del professionismo nel 2016; si sono registrati ottimi risultati: di spicco, al consuntivo dell’annata, il trionfo di Francesco Molinari nel 73° Open d’Italia. Altrettanto bene si può dire per...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/14: GOLF CLUB CARIMATE

In Brianza un percorso piacevole, ad ogni buca il nome di una pianta


CARIMATE - Siamo in Brianza, una terra che si differenzia in numerosi tratti dal resto della Lombardia, per la natura geografica, demografica, economica, e linguistica, e non fa riferimento a un ente territoriale. I suoi comuni hanno attinenza a quattro differenti province: Milano, Monza, Como e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La societą serve 88mila utenti in 22 comuni tra Vicenza e Padova

ASCOPIAVE CRESCE NEL MERCATO DEL GAS NATURALE CON PASUBIO GROUP

Acquisito il 100% del capitale per 16,3 milioni di euro


PIEVE DI SOLIGO - Ascopiave si aggiudica provvisoriamente la gara per l’acquisto del pacchetto azionario di Pasubio Group S.p.A., società attiva nella distribuzione di gas naturale in 22 comuni tra le provincie di Vicenza e Padova con oltre 88.000 utenti serviti
Secondo stime elaborate da Ascopiave aggregando i dati delle società appartenenti al Gruppo, Pasubio Group ha chiuso il 2015 con ricavi consolidati pari a 12,6 milioni di euro (in lieve calo – 100mila euro – rispetto al 2014), un margine operativo lordo di 4,7 milioni di euro, un margine operativo netto di 2,7 milioni di euro e un utile netto di 1,5 milioni di euro (in questo caso più che raddoppiato rispetto all'esercizio precedente).
Al 31 dicembre 2015 il gruppo aveva un patrimonio netto di 21,1 milioni di euro e presentava un indebitamento finanziario netto pari a 6,9 milioni di euro.
Le concessioni gestite dal Gruppo sono state affidate nella quasi totalità (20 su 22) mediante gare e avranno scadenza tra il 2018 e il 2024: a quest'ultima annata si riferisce il 70% delle concessioni.
Ascopiave ha acquisito il 100% del capitale per un prezzo di 16,3 milioni di euro. Cifra che, in caso di aggiudicazione definitiva, verrà coperta ricorrendo ad indebitamento finanziario. Pasubio si è impegnata a corrispondere ad alcuni comuni concedenti (ed attuali soci) un canone integrativo una tantum pari a 5,1 milioni di euro, mentre dal 2017 verranno ripristinati i canoni annui originari. La società vicentina verserà anticipatamente a queste amministrazioni le annualità dovute per gli anni 2017 e 2018.
L’offerta presentata dall'azienda di Pieve di Soligo, inoltre, prevede l’impegno al mantenimento del personale attualmente impiegato, un miglioramento della pianta organica della società, oltre che un potenziamento degli attuali presidi operativi territoriali.
“L’esito della gara - ha commentato il presidente di Ascopiave Fulvio Zugno - rappresenta un duplice successo per il gruppo. Al fianco dello sviluppo organico, proseguiamo nell’alimentare la crescita per linee esterne, in questo caso rafforzando ulteriormente la nostra presenza nel Veneto. Il radicamento nell’identità territoriale costituisce da sempre un punto di forza per la nostra azienda e ci permette di restare vicini ai nostri clienti, pur nella dimensione nazionale in cui il gruppo opera”.
“Con Pasubio Group - afferma il direttore generale Roberto Gumirato - procede lo sviluppo del business della distribuzione del gas naturale in un territorio in cui già operiamo e in cui possiamo sviluppare ulteriori efficienze”.