Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitÓ coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ha fornito generalitÓ false ed aveva violato l'obbligo di soggiorno

IN AUTO CON UN PUGNALE, CERCA DI SFUGGIRE AI CARABINIERI

Giostraio 33enne fermato ad un controllo a Badoere


MORGANO - Fermato dai Carabinieri per un controllo, ha fornito generalità false ed aveva con sé un pugnale. Non solo, mentre veniva accompagnato in caserma, ha pure cercato di fuggire, venendo riacciuffato poco dopo. Un giostraio trevigiano 33enne, Devid Gabrieli, è stato arrestato e denunciato. Giovedì pomeriggio l'auto su cui era bordo, guidata da un amico 46enne, è stata fermata dai Carabinieri di Istrana ad un posto di blocco a Badoere di Morgano.
Il 33enne ha dichiarato di non avere i documenti ed ha indicato delle generalità subito apparse poco credibili ai rappresentanti dell'Arma. Ad aumentare i sospetti anche l'evidente nervosismo del giovane. I militari hanno così deciso di perquisire la vettura: nel cassetto porta oggetti hanno trovato un coltello, subito sequestrato.
A quel punto i due sono stati invitati a seguire i carabinieri in caserma per ulteriori accertamenti. Poco prima di arrivarci, però, il giostraio è sceso all'improvviso dall'auto, cercando di dileguarsi nelle vie circostanti. Tentativo non riuscito: in pochi istanti è stato raggiunto e bloccato.
La successiva verifica ha permesso di accertarne l'effettiva identità, ma anche che aveva a suo carico violazioni dell'obbligo di soggiorno a cui era sottoposto. Per questo reato, oltre che per resistenza a pubblico ufficiale e false attestazioni di identità a pubblico ufficiale, è stato posto in arresto, oltre a venir denunciato per il porto abusivo di arma. Su disposizione del magistrato è stato poi messo agli arresti domiciliari nella sua abitazione.