Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ha fornito generalità false ed aveva violato l'obbligo di soggiorno

IN AUTO CON UN PUGNALE, CERCA DI SFUGGIRE AI CARABINIERI

Giostraio 33enne fermato ad un controllo a Badoere


MORGANO - Fermato dai Carabinieri per un controllo, ha fornito generalità false ed aveva con sé un pugnale. Non solo, mentre veniva accompagnato in caserma, ha pure cercato di fuggire, venendo riacciuffato poco dopo. Un giostraio trevigiano 33enne, Devid Gabrieli, è stato arrestato e denunciato. Giovedì pomeriggio l'auto su cui era bordo, guidata da un amico 46enne, è stata fermata dai Carabinieri di Istrana ad un posto di blocco a Badoere di Morgano.
Il 33enne ha dichiarato di non avere i documenti ed ha indicato delle generalità subito apparse poco credibili ai rappresentanti dell'Arma. Ad aumentare i sospetti anche l'evidente nervosismo del giovane. I militari hanno così deciso di perquisire la vettura: nel cassetto porta oggetti hanno trovato un coltello, subito sequestrato.
A quel punto i due sono stati invitati a seguire i carabinieri in caserma per ulteriori accertamenti. Poco prima di arrivarci, però, il giostraio è sceso all'improvviso dall'auto, cercando di dileguarsi nelle vie circostanti. Tentativo non riuscito: in pochi istanti è stato raggiunto e bloccato.
La successiva verifica ha permesso di accertarne l'effettiva identità, ma anche che aveva a suo carico violazioni dell'obbligo di soggiorno a cui era sottoposto. Per questo reato, oltre che per resistenza a pubblico ufficiale e false attestazioni di identità a pubblico ufficiale, è stato posto in arresto, oltre a venir denunciato per il porto abusivo di arma. Su disposizione del magistrato è stato poi messo agli arresti domiciliari nella sua abitazione.