Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Qualità elevata, si attende la pioggia per completare la maturazione

TUTTO PRONTO PER LA VENDEMMIA SULLE COLLINE DI CONEGLIANO E VALDOBBIADENE

Da lunedì via alle operazioni di raccolta nei vigneti docg


CONEGLIANO - Tutto è pronto per la vendemmia sulle colline di Conegliano e Valdobbiadene, nell'area storica del prosecco. Con la maturazione delle uve in ritardo di una decina di giorni rispetto all'anno scorso, la raccolta è cominciata solo per i vigneti "giovani", del secondo e terzo anno, in prevalenza nel Coneglianese. Il grosso delle operazioni comincerà da lunedì, soprattutto se in queste ore arriveranno le precipitazioni, previste dal meteo ed attese dai produttori “Abbiamo avuto una ventina di giorni di bel tempo, che ha permesso all'uva di continuare ad accumulare gli zuccheri - dice Innocente Nardi, presidente del consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Superiore Docg - . Nel contempo le viti non hanno sofferto, perchè i nostri terreni trattengono l'acqua e la rilasciano lentamente. Ora però la pioggia è necessaria. Serve a far riprendere la pianta e completare la maturazione. Se arriva, nel giro di otto giorni potremmo raggiungere la maturazione perfetta”.
Proprio l'andamento climatico della stagione appena trascorsa, fa confidare in una qualità delle uve e, quindi, del vino prodotto di elevato livello: “Gli zuccheri e gli acidi, in particolare l'acido malico, che è il precursore della freschezza del prosecco, sono in quantità ottimale per dare un'annata da considerarsi eccezionale – spiega Nardi -. Sono aspettative che derivano, in special modo, dal fatto che fin dai primi di agosto si sono verificate escursioni termiche significative tra giorno e notte: di giorno il sole ha fatto maturare l'uva, con un accumulo di zuccheri, mentre le temperature notturne più fresche hanno permesso la conservazione degli acidi”.
Le quantità, invece, dovrebbero mantenersi in linea con la produzione della vendemmia 2015: sulle viti si conta qualche grappolo in più, ma più "spargolo", cioè con chicchi più distanziati e dunque con un peso medio inferiore. Un effetto dovuto alla pioggia e alle temperature sotto media registrare nel periodo della fioritura, tra maggio e giugno.