Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ed ora il Carroccio punta sui comuni di Conegliano e Treviso

"MANILDO NON RISPECCHIAVA GLI ELETTORI TREVIGIANI"

La Lega Nord si gode il successo in Provincia


TREVISO - Dopo il quasi en plein alla passata tornata di comunali, la Lega conquista anche la Provincia, seppure con il nuovo metodo di voto riservato solo a sindaci e consiglieri locali.
Non può che essere soddisfatto, Dimitri Coin, segretario provinciale della Lega Nord - Liga Veneta, tanto più perchè - ribadisce - "l'elezione di Stefano Marcon non era così scontata, come qualcuno pensava". Pur frutto di una riforma molto contestata dal Carroccio e dai suoi alleati, il risultato del Sant'Artemio, conferma Coin, manda un chiaro segnale politico. "Se avesse vinto Manildo non sarebbe stato il riflesso dell'orientamento della maggioranza degli elettori della Marca", ribadisce il leader della Lega trevigiana. Una vittoria, quella del sindaco di Castelfranco, che ha visto anche in centrodestra unito.
E Coin, incassata anche l'ulteriore benedizione di uno dei padri nobili della Lega della Marca, Gian Paolo Gobbo, può guardare ai prossimi obiettivi: il comune di Conegliano, al voto il prossimo anno, e soprattutto la riconquista di Treviso nel 2018.

Galleria fotograficaGalleria fotografica