Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le donne denunciate per sfruttamento della prostituzione

SCOPERTO A SUSEGANA CENTRO ESTETICO HARD

Stabile sotto sequestro, obbligo di firma per le due titolari cinesi


SUSEGANA - Un centro massaggi con prestazioni un po' particolari. Sorgeva quasi in centro a Susegana lungo la Pontebbana il centro estetico gestito da due cinesi di 55 e 52 anni che sabato è stato posto sotto sequestro dai carabinieri della stazione di Conegliano
Le indagini sono partite in primavera a seguito di alcune segnalazioni da parte dei residenti insospettiti dal continuo via vai di clienti.
Oltre 100 i clienti sentiti dagli inquirenti, una ottantina quelli che hanno confermato di frequentare il centro per le particolari prestazioni offerte.
All’interno oltre alle due titolari lavorava una trentenne sempre di nazionalità cinese; le due donne ora sono ai domiciliari con obbligo di firma per il reato di sfruttamento della prostituzione.