Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le donne denunciate per sfruttamento della prostituzione

SCOPERTO A SUSEGANA CENTRO ESTETICO HARD

Stabile sotto sequestro, obbligo di firma per le due titolari cinesi


SUSEGANA - Un centro massaggi con prestazioni un po' particolari. Sorgeva quasi in centro a Susegana lungo la Pontebbana il centro estetico gestito da due cinesi di 55 e 52 anni che sabato è stato posto sotto sequestro dai carabinieri della stazione di Conegliano
Le indagini sono partite in primavera a seguito di alcune segnalazioni da parte dei residenti insospettiti dal continuo via vai di clienti.
Oltre 100 i clienti sentiti dagli inquirenti, una ottantina quelli che hanno confermato di frequentare il centro per le particolari prestazioni offerte.
All’interno oltre alle due titolari lavorava una trentenne sempre di nazionalità cinese; le due donne ora sono ai domiciliari con obbligo di firma per il reato di sfruttamento della prostituzione.