Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/244: AUSTRALIA E SUD AFRICA OPEN, DEBACLE AZZURRA

Italiani sottotono negli ultimi due tornei prima delle festività


TREVISO - Due tornei di rilievo dell’European Tour, prima di una breve pausa.  Ad Albany, New Providence, organizzato in combinata tra European Tour e PGA of Australia, si è giocato l’Isps Anda. sul percorso del Royal Pines (par 72) a Benowa, nel Queensland. Montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/243: IN AUSTRALIA LA COPPA DEL MONDO A SQUADRE

Vince il Belgio, sesta la coppia azzurra Pavan - Paratore


MELBOURNE - Ancora nel clamore del trionfo di Francesco Molinari alla Race To Dubai, i giocatori azzurri sono chiamati a un altro importante appuntamento. A Melbourne, si gioca la 59ª edizione della Isps Handa Melbourne World Cup of Golf, la Coppa del Mondo a squadre che ha luogo al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/242: SENZA SOSTA, L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DA HONG KONG

La prima tappa della nuova stagione all'anglo-indiano Aaron Rai


HONG KONG - Ancora in aria il fragore per il successo di Francesco Molinari, l’European Tour riparte subito per la nuova stagione 2019, come di consueto in anticipo sull’anno solare. Riprende appena una settimana dopo la conclusione del precedente torneo a Dubai, dove Francesco Molinari...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 6 settembre scorso l'incidente aereo in Macedonia

RIENTRATE A TREVISO LE SALME DEL PIPER

Atterrato al Canova il volo militare con i corpi di 5 vittime


TREVISO - Decollato da Skopje poco dopo l'una, è atterrato nel primo pomeriggio sulla pista dell'aeroporto Canova di Treviso, il C27 dell'Aeronautica militare con a bordo le salme dei cinque italiani morti nello schianto del loro Piper, poco lontano dalla capitale macedone, il 6 settembre scorso. Si tratta di Francesco Montagner, presidente dell'Aeroclub Treviso, Dario Bastasin vicepresidente dello stessa associazione, Luca Dalle Mulle, Angelo Callegari e Ilaria Berti. Una sesta vittima, Visar Degaj, di nazionalità kosovara, ha raggiunto il suo paese d'origine via terra. La restituzione dei corpi ai familiari è stata possibile dopo una complicata fase di riconoscimento condotta attraverso l'analisi comparativa del Dna e conclusa solo pochi giorni fa.