Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 6 settembre scorso l'incidente aereo in Macedonia

RIENTRATE A TREVISO LE SALME DEL PIPER

Atterrato al Canova il volo militare con i corpi di 5 vittime


TREVISO - Decollato da Skopje poco dopo l'una, è atterrato nel primo pomeriggio sulla pista dell'aeroporto Canova di Treviso, il C27 dell'Aeronautica militare con a bordo le salme dei cinque italiani morti nello schianto del loro Piper, poco lontano dalla capitale macedone, il 6 settembre scorso. Si tratta di Francesco Montagner, presidente dell'Aeroclub Treviso, Dario Bastasin vicepresidente dello stessa associazione, Luca Dalle Mulle, Angelo Callegari e Ilaria Berti. Una sesta vittima, Visar Degaj, di nazionalità kosovara, ha raggiunto il suo paese d'origine via terra. La restituzione dei corpi ai familiari è stata possibile dopo una complicata fase di riconoscimento condotta attraverso l'analisi comparativa del Dna e conclusa solo pochi giorni fa.