Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sabato sarà ricollocato nello stesso punto di 50 anni fa

RITORNA A CASA IL MONUMENTO ALL'EMIGRANTE DI SERNAGLIA

La statua sottoposta ad un restauro di quasi otto mesi


SERNAGLIA DELLA BATTAGLIA - Ritorna a "casa", dopo un restauro durato quasi otto mesi, il Monumento all'Emigrante. Uno dei simboli più amati dai sernagliesei sarà risistemato in piazza Martiri, di fronte al municipio: sabato 24, alle 11, la cerimonia ufficiale, promossa dall'amministrazione comunale.
Era il 27 gennaio scorso quando la statua in ferro battuto venne trasferita in un laboratorio specializzato, per essere sottoposta a una manutenzione straordinaria considerata da tecnici e amministratori non più rinviabile, a causa della ruggine che stava corrodendo in più punti l'opera. Il progetto e l'esecuzione del restauro sono stati commissionati dal Comune per una spesa di 8.900 euro più Iva alla Fucina Ervas di Preganziol.

La manutenzione ha dovuto fare i conti con i segni del tempo: in più punti, infatti, erano evidenti i segni di colatura della ruggine e di un'iniziale corrosione sotto la pellicola pittorica. Sulla “schiena” dell'emigrante erano evidenti lacune con corrosioni avanzate, mentre altre parti presentavano i segni di un iniziale indebolimento del rivestimento, sintomo del naturale invecchiamento della pittura.
La pulitura ha messo in luce una serie di particolari non visibili in precedenza, come le "cuciture" sulla valigia dell'emigrante, i dettagli dei capelli e degli occhi e i segni della lavorazione. Molta attenzione è stata riservata anche all'interno, dove attraverso i fori sono stati spruzzati del convertitore di ruggine e della pittura per proteggere il più possibile da fenomeni di corrosione da condensa.
Ora, a restauro ultimato, il monumento all'Emigrante sarà ricollocato nella stessa posizione in cui sorgeva da quando venne inaugurato, quasi mezzo secolo fa.