Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
CAMPI DA GOLF/15: GOLF CLUB PUNTA ALA

Sulla costa della Maremma un percorso impegnativo e spettacolare


PUNTA ALA - Da sempre la Toscana è conosciuta per essere una splendida regione. Si arriva in Maremma, e la cosa ha, per certi aspetti, una connotazione ancora maggiore. A sud del golfo di Follonica troviamo Castiglione della Pescaia, e subito si arriva a Punta Ala, un tempo chiamata...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/169: SPETTACOLO E INNOVAZIONE: ╚ GOLFSIXES

A Londra, l'European Tour sperimenta una nuova formula


LONDRA - Al Centurion Club di St. Albands, a Londra, l’evento inaugurale di questo rivoluzionario agone, il “GolfSixes”, che assegna un premio di un milione di euro. Con tale torneo Keith Pelley, il ceo del Tour Europeo, intende rinnovare un po’ gli schemi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/168: FESTA IN PIAZZA A MARTELLAGO CON IL GOLF

Anche lo sport protagonista nella tradizionale manifestazione nella cittadina veneziana


MARTELLAGO - Martellago è una cittadina dell’entroterra veneziano vocata e particolarmente attenta al settore primario, l’agricoltura. Gli abitanti sono laboriosi, e attaccati alle memorie del passato. Nel 1945, alla fine del disastroso conflitto mondiale, entrò in uso per...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sabato sarÓ ricollocato nello stesso punto di 50 anni fa

RITORNA A CASA IL MONUMENTO ALL'EMIGRANTE DI SERNAGLIA

La statua sottoposta ad un restauro di quasi otto mesi


SERNAGLIA DELLA BATTAGLIA - Ritorna a "casa", dopo un restauro durato quasi otto mesi, il Monumento all'Emigrante. Uno dei simboli più amati dai sernagliesei sarà risistemato in piazza Martiri, di fronte al municipio: sabato 24, alle 11, la cerimonia ufficiale, promossa dall'amministrazione comunale.
Era il 27 gennaio scorso quando la statua in ferro battuto venne trasferita in un laboratorio specializzato, per essere sottoposta a una manutenzione straordinaria considerata da tecnici e amministratori non più rinviabile, a causa della ruggine che stava corrodendo in più punti l'opera. Il progetto e l'esecuzione del restauro sono stati commissionati dal Comune per una spesa di 8.900 euro più Iva alla Fucina Ervas di Preganziol.

La manutenzione ha dovuto fare i conti con i segni del tempo: in più punti, infatti, erano evidenti i segni di colatura della ruggine e di un'iniziale corrosione sotto la pellicola pittorica. Sulla “schiena” dell'emigrante erano evidenti lacune con corrosioni avanzate, mentre altre parti presentavano i segni di un iniziale indebolimento del rivestimento, sintomo del naturale invecchiamento della pittura.
La pulitura ha messo in luce una serie di particolari non visibili in precedenza, come le "cuciture" sulla valigia dell'emigrante, i dettagli dei capelli e degli occhi e i segni della lavorazione. Molta attenzione è stata riservata anche all'interno, dove attraverso i fori sono stati spruzzati del convertitore di ruggine e della pittura per proteggere il più possibile da fenomeni di corrosione da condensa.
Ora, a restauro ultimato, il monumento all'Emigrante sarà ricollocato nella stessa posizione in cui sorgeva da quando venne inaugurato, quasi mezzo secolo fa.