Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Danni per un milione ad edifici pubblici ed oltre 3,5 ai privati

DA UNINDUSTRIA 10MILA EURO PER IL POST TROMBA D'ARIA A CONEGLIANO

Consegnati i fondi raccolti tra gli imprenditori dopo l'evento del 5 agosto


CONEGLIANO - Diecimila euro per gli interventi di ripristino dopo la tromba d'aria. Li hanno donati gli industriali trevigiani alla città di Conegliano colpita dall'evento atmosferico lo scorso 5 agosto.
L'assegno è stato consegnato ufficialmente in occasione dell'incontro tra i vertici del Comune e di Unindustria Treviso.
"La telefonata della presidente degli industriali in quel momento difficile è stato un gesto forte, che mi ha dato carica e supporto. Ho capito da subito la sua sincera volontà di dare un aiuto concreto - ha detto il sindaco Floriano Zambon - alle parole sono seguiti subito i fatti, l'idea di aprire un conto corrente e di stimolare anche gli imprenditori della provincia alla solidarietà verso la comunità locale. Inoltre, il gesto concreto di dare, come associazione, un sostegno economico, per mezzo dell'assegno economico già versato sul conto corrente, che sarà sicuramente impiegato da parte nostra fattivamente per portare sollievo ai nostri concittadini".
La tromba d'aria, che fortunatamente ha portato danni limitati alle persone, ha comunque colpito duramente le proprietà, pubbliche - la stima è arrivata a superare il milione di euro - e private.
Al momento il conto delle richieste di danni che il Comune ha raccolto per inoltrare alla Regione del Veneto ha superato le 250, per un importo complessivo che si sta indirizzando verso una cifra importante, che si stima per il momento attorno ai 3.5 milioni di euro (il computo delle domande presentate è ancora in corso).
"Quando si è colti all'improvviso da un evento tragico si ha solo bisogno di sentire la vicinanza di qualcuno, delle istituzioni in primo luogo, ma anche di tutti quei soggetti che hanno un ruolo attivo sul territorio e che sono un punto di riferimento per la comunità - ha spiegato Maria Cristina Piovesana, leader di Unindustria - ma poi c'è bisogno anche di ricevere una mano concreta per risollevarsi, un aiuto immediato per un territorio bello come il nostro, che merita di essere messo in sicurezza, salvaguardato e conservato. Per questo sulla linea intrapresa da Unindustria Treviso ho invitato anche le nostre aziende ad essere solidali, devolvendo a questa causa delle risorse concrete. E' un dovere di tutti noi, una responsabilità come cittadini e come imprenditori, di essere solidali con chi si trova in stato di necessità".