Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Danni per un milione ad edifici pubblici ed oltre 3,5 ai privati

DA UNINDUSTRIA 10MILA EURO PER IL POST TROMBA D'ARIA A CONEGLIANO

Consegnati i fondi raccolti tra gli imprenditori dopo l'evento del 5 agosto


CONEGLIANO - Diecimila euro per gli interventi di ripristino dopo la tromba d'aria. Li hanno donati gli industriali trevigiani alla città di Conegliano colpita dall'evento atmosferico lo scorso 5 agosto.
L'assegno è stato consegnato ufficialmente in occasione dell'incontro tra i vertici del Comune e di Unindustria Treviso.
"La telefonata della presidente degli industriali in quel momento difficile è stato un gesto forte, che mi ha dato carica e supporto. Ho capito da subito la sua sincera volontà di dare un aiuto concreto - ha detto il sindaco Floriano Zambon - alle parole sono seguiti subito i fatti, l'idea di aprire un conto corrente e di stimolare anche gli imprenditori della provincia alla solidarietà verso la comunità locale. Inoltre, il gesto concreto di dare, come associazione, un sostegno economico, per mezzo dell'assegno economico già versato sul conto corrente, che sarà sicuramente impiegato da parte nostra fattivamente per portare sollievo ai nostri concittadini".
La tromba d'aria, che fortunatamente ha portato danni limitati alle persone, ha comunque colpito duramente le proprietà, pubbliche - la stima è arrivata a superare il milione di euro - e private.
Al momento il conto delle richieste di danni che il Comune ha raccolto per inoltrare alla Regione del Veneto ha superato le 250, per un importo complessivo che si sta indirizzando verso una cifra importante, che si stima per il momento attorno ai 3.5 milioni di euro (il computo delle domande presentate è ancora in corso).
"Quando si è colti all'improvviso da un evento tragico si ha solo bisogno di sentire la vicinanza di qualcuno, delle istituzioni in primo luogo, ma anche di tutti quei soggetti che hanno un ruolo attivo sul territorio e che sono un punto di riferimento per la comunità - ha spiegato Maria Cristina Piovesana, leader di Unindustria - ma poi c'è bisogno anche di ricevere una mano concreta per risollevarsi, un aiuto immediato per un territorio bello come il nostro, che merita di essere messo in sicurezza, salvaguardato e conservato. Per questo sulla linea intrapresa da Unindustria Treviso ho invitato anche le nostre aziende ad essere solidali, devolvendo a questa causa delle risorse concrete. E' un dovere di tutti noi, una responsabilità come cittadini e come imprenditori, di essere solidali con chi si trova in stato di necessità".