Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assemblea degli imprenditori under trevigiani all'ex Pagnossin

"TORNIAMO AD INVESTIRE E A RISCHIARE COME CHI HA FATTO GRANDE IL VENETO"

L'invito di Alessia Forte, presidente dei Giovani di Unindustria


TREVISO - "Dobbiamo tornare a metterci in gioco e ad investire". La presidente Alessia Forte, declina così lo slogan "Muoviamoci" scelto dal Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Treviso, per la sua assemblea annuale. “Dobbiamo fare come i nostri padri e nonni: da contadini ed emigranti sono diventati abili artigiani e poi grandi imprenditori – ha ribadito nella sua relazione la leader degli industriali under 40 della Marca -. Il fil rouge di quel successo è l’aver saputo mettersi in gioco credere nel futuro. Non avevano nulla da perdere? Forse, ma intanto l’hanno fatto. Non vorrei che gli agi ci avessero un po’ ‘indebolito’. Il rischio deve essere nel dna dell’imprenditore”. La crisi ha lasciato addosso un cappa di negatività: “Ma finchè ci si gira indietro, non si può guardare avanti”.
Per aiutare gli imprenditore a scommettere nella direzione giusta, i giovani hanno organizzato un focus sulle nuove strategie d'impresa, in particolare sugli sviluppi internazionali e sulla comunicazione, con Marco Montemagno, guru della comunicazione aziendale multimediale, Arduino Paniccia, docente universitario ed esperto di relazioni internazionali, e Roberto Race, segretario di Competere.eu.
Non solo, gli "junior" di Unindustria hanno cominciato la loro assemblea, nei capannoni dell'area ex Pagnossin, che il gruppo Zanardo sta riportando a nuova vita, con una serie di incontri tra imprenditori. Dei faccia a faccia di dieci minuti ciascuno, su modello degli "speed date" i colloqui per single, ambientati all'interno di auto Smart, utilizzate come piccoli uffici. Obiettivo intessere nuove relazioni e conoscere possibi partner produttivi o commerciali: "Perchè spesso andiamo all'estero a cercare un fornitore e non sappiamo di averne uno potenziale nel nostro stesso distretto", hanno spiegato i vertici del direttivo dell'associazione. Oltre 350 gli incontri realizzati: "Se solo una piccola percentuale si concretizzerà - chiosa Alessia Forte, avremo creato nuove opportunità di business per le nostre imprese e, in questo modo, contribuito alla crescita dell'intero territorio".