Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I maestri UK al Bomben, spazio anche al cinema d'animazione

IL COMIC BOOK RADDOPPIA LA MOSTRA MERCATO

All'ex Umberto I si aggiunge la tensostruttura in piazza


TREVISO - Due anime contraddistinguono il Treviso Comic Book Festival: da un lato il programma artistico, composto da mostre, incontri ed eventi, dall’altro l’abituale mostra mercato che quest’anno, in pieno spirito “Let’s grow”, addirittura raddoppia. Confermata la sede nel meraviglioso chiostro secentesco dell’ex Umberto I in Borgo Mazzini, dove sabato 24 e domenica 25 settembre dalle 10 alle 19 troveranno spazio gli editori, si aggiunge anche una tensostruttura nel vicinissimo Piazzale Matteotti, che ospiterà invece i negozianti di fumetto nuovo, usato e d’antiquariato. Durante la due giorni, oltre 150 autori ospiti, italiani e stranieri, saranno impegnati a disegnare per il pubblico. Saranno presenti realtà editoriali come: Bao Publishing, Tunuè, Shockdom, Beccogiallo, Il grifo, Coconino Fandango, Edizioni BD, Canicola, Fame Comics, Qpress, Grrrz, Hollow Press, Centro Fumetto Andrea Pazienza, Diabolò, Comicout, 001 Edizioni, Grrrz, Wombat Comics, Hop Edizioni, Kleiner Flug, Eris edizioni, Ren Books, Nobrow, e molte altre ancora. A ingresso gratuito come la mostra mercato, l’ex Umberto I accoglierà anche l’area PIXARTPRINTING INKitchen, dedicata alle autoproduzioni, curata da Sara Pavan e promossa da Pixartprinting. Al suo interno si troveranno le migliori autoproduzioni italiane e non solo, con un occhio di riguardo ai giovani talenti.

I MAESTRI INGLESI A PALAZZO BOMBEN

Il Treviso Comic Book Festival nella tradizionale e prestigiosa cornice di Spazi Bomben Fondazione Benetton ospita fino al 9 ottobre la Gran Bretagna, in una mostra a cura di Alberto Corradi & Paul Gravett, intitolata “Land Escapes” e inaugurata sabato 24 alle ore 12:30. Parte integrante della visione di ogni autore di fumetti, reale o sognato, il paesaggio si apre, disvela e contrae, si tratti di distese di case, alberi o corpi. Il paesaggio come passaggio, evasione dal panorama urbano come dalla mente. Un percorso che va dalla Londra vittoriana de “Le avventure di Luther Arkwright” di Bryan Talbot a quella orwelliana di “V for Vendetta”, fino alla post apocalittica “MegaCity One” patria di Judge Dredd. La città, onnipresente in “Hellblazer” e in “Mauretania” di Chris Reynolds, digrada nella provincia di “Breakfast after noon” di Andi Watson e nel countryside inglese descritto in “Gast” di Carol Swain, fino alla cupa brughiera della serie culto “Strangehaven” di Gary Spencer Millidge. Le penombre vengono spazzate via dalle luminose tavole di Posy Simmonds e Tula Lotay: il fumetto è un varco che svela scenari bucolici, immaginari e onirici, dove i contorni del reale sfumano e si proiettano in dimensioni distanti, parallele, futuribili, fantascientifiche, ucroniche, distopiche. Dalle impreviste barbe malvagie urbane di Stephen Collins alle scampagnate surreali nel mondo di Tom Gauld, dalle luci e ombre di Kate Brown e Hannah Berry alle minimali rappresentazioni di Gemma Correll, dalle trame grafiche del maestro underground Hunt Emerson fino a Dave McKean e al suo imminente “Black Dog: the dreams of Paul Nash”.

NON SOLO DISEGNI: CINEMA E MULTIMEDIA

Sabato 24 e domenica 25 settembre, nella sede della Mostra Mercato all’ex Umberto I di Borgo Mazzini, Cineforum Labirinto ha allestito una sala cinematografica e cura per il Treviso Comic Book Festival una sezione di “cinema minimo” durante la quale sarà possibile vedere film e corti durante tutta la giornata, oltre ad alcune presentazioni speciali. Tra le quali, sabato alle ore 16, la presentazione del progetto multimediale di animazione stop motion di Ernest Egg realizzato grazie al finanziamento dal basso crowdfunding. Proiezione in anteprima del trailer e incontro con gli autori. Seguirà, alle ore 17:30, El Mostro, la storia di Gabriele Bortolozzo, eroe contemporaneo il cui nemico sono i veleni della produzione industriale tenuti nascosti dal Petrolchimico di Marghera. Domenica, alle ore 16, “Fumetti dal futuro, quattro storie di autoproduzione”. Ratigher, Alessandro Baronciani, Maicol&Mirco e Dr. Pira. utilizzano lo strumento dell’intervista per raccontare e documentare le opere, le scelte di stile e i metodi di narrazione dei rispettivi quattro autori. Partendo dalle origini fino agli ultimi lavori realizzati, i fumettisti esplorano i motivi e le necessità espressive che li hanno spesso portati a ricorrere all’autoproduzione.