Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni promuove un incontro tra i soci in un Campo da Golf, con l’intento di far chiarezza su qualcosa di particolare emerso nella stagione. Puntualizzare,e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/144: A DUBAI IL DP WORLD TOUR CHAMPIONSHIP

Vince l'inglese Fitspatrick, ad Henrik Stenson la Race to Dubai


DUBAI - Avevamo lasciato i nostri azzurri sull’European Tour al termine del Turkish Airlines Open, con la speranza che Manassero e Paratore conquistassero in Sud Africa la carta per giocare a Dubai. Paratore ce l’ha fatta, e son contento. Manassero no, e mi dispiace. Restano quindi a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il convegno a Castelfranco Veneto venerdì alle 8.30 all'Itis Barsanti

LA COOPERAZIONE SOCIALE 25 ANNI DOPO LA 381

Le realtà aderenti al consorzio In Concerto fanno il punto


CASTELFRANCO VENETO - Sono passati 25 anni dalla legge costitutiva del cosiddetto Terzo Settore, che disciplina le cooperative sociali; in questo anniversario le realtà della Castellana aderenti al Consorzio In Concerto si interrogano, per fare il punto della situazione, con un convegno dal titolo “La cooperazione sociale 25 anni dopo la 381: modelli, risultati e prospettive”. Cosa è cambiato dall'8 novembre 1991 quando è stata pubblicata la legge 381 sulla “Disciplina delle cooperative sociali” che definiva obiettivi e modalità delle nuove imprese sociali, caratterizzate da una natura pubblicista riguardo agli scopi e a una natura privatistica nella forma organizzativa. 
Se ne parlerà venerdì 30 settembre,in mattinata, a partire dalle ore 8.30 presso l’aula magna dell’Itis E. Barsanti di Castelfranco Veneto (in via dei Carpani 19b).

Dopo la parte introduttiva con i saluti istituzionali (del sindaco di Vedelago Cristina Andretta, del direttore generale delle Ulss trevigiane Francesco Benazzi, del presidente di Federsolidarietà Veneto Roberto Baldo, del presidente di Confcooperative Belluno e Treviso Valerio Cescon, della presidente della Conferenza dei Sindaci dell'Ulss 8 Annalisa Rampin), interverrà Bruno Pozzobon  (fondatore della cooperativa sociale L'Incontro e del Consorzio In Concerto) il quale parlerà dell'esperienza del Consorzio In Concerto. Una realtà nata 25 anni fa a Castelfranco Veneto con la cooperativa sociale L'Incontro e che attualmente offre lavoro a circa 1.500 persone, di cui 200 svantaggiate.

La parte centrale del convegno sarà dedicata ad un'analisi della cooperazione sociale e ad alcune ricerche di settore. Il docente universitario Carlo Borzaga tratterà “La cooperazione sociale oggi: dimensioni, caratteristiche, problemi e  prospettive”; la ricercatrice Sara Depredi di “La cooperazione sociale in Veneto: impatto economico e sociale”, la collega Silvia Sacchetti de “Il modello di In Concerto: una caso di governance innovativa”.

Infine, il convegno si concluderà con una tavola rotonda su “Le condizioni per continuare a crescere” coordinata dal presidente del Consorzio In Concerto, Germano Tonetto. Interverranno Riccardo Salomone (presidente di Agenzia del Lavoro), Paola Iamiceli (professore associato di Diritto privato dell'Università di Trento), Giorgio Santini (senatore), Carlo Urbinati (presidente di Foscarini spa, azienda di primario livello con la quale collaborano in partnership le cooperative di tipo b di inserimento lavorativo del Consorzio In Concerto).  Le conclusioni alle ore 13 saranno a cura di Giuseppe Guerini (presidente nazionale di Federsolidarietà).