Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una quarantina di colpi, ben 92 capi di imputazione

ASSALTI AI BANCOMAT, 20 ARRESTI IN TUTTO IL VENETO

Sgominate dai Carabinieri due bande di giostrai


TREVISO - Hanno messo a segno, secondo l'accusa, una quarantina di colpi in tutto il Veneto, ma anche nelle province di Pordenone e di Mantova, con un bottino totale di oltre mezzo milione di euro. I Carabinieri sono riusciti a sgominare due distinte bande di giostrai, specializzate negli assalti ai bancomat e alle casse continue, che facevano saltare con l'esplosivo. Al termine di una lunga e complessa indagine, i militari del Nucleo investigativo di Treviso, con il supporto dei colleghi di varie unità, hanno identificato e arrestato i componenti dei due gruppi: venti persone, dai 26 ai 70 anni d'età, tutte pregiudicate, residenti nella Marca e nelle province di Padova, Venezia e Verona, oltre che a Spilimbergo, nel pordenonese. A loro carico vi sono ben 92 capi di imputazione. Per la prima volta nella Marca, a quattro di loro è stato contestato anche il concorso esterno in associazione a delinquere.
I due sodalizi criminali agivano in modo autonomo. Unico elemento di collegamento, uno degli arrestati specialista nel preparare l'esplosivo e piazzarlo negli sportelli automatici delle filiali bancari.
Oltre duecento i militari impegnati, fin dall'alba di giovedì, nei blitz in vari campi nomadi ed in decine di abitazioni per eseguire i provvedimenti restrittivi disposti dal gip del Tribunale di Treviso: insieme ai carabinieri della Marca, anche uomini dell'Arma delle altre province interessate, nonché del battaglione 'Veneto', dei reparti speciali, del nucleo cinofili, e del nucleo elicotteri.
A partire dal dicembre del 2015, agli indagati sono imputati i colpi alle agenzie bancarie di San Giorgio di Mantova, Sandrigo, Rovato, Valeggio sul Mincio, Camisano, Malo, Padova, San Giorgio delle Pertiche, Rossano, Noventa di Piave, Mansuè, Sacile, Oderzo, Ponzano, Mestre. L'ultimo assalto, il 30 luglio scorso, a Salzano, nel veneziano.