Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una quarantina di colpi, ben 92 capi di imputazione

ASSALTI AI BANCOMAT, 20 ARRESTI IN TUTTO IL VENETO

Sgominate dai Carabinieri due bande di giostrai


TREVISO - Hanno messo a segno, secondo l'accusa, una quarantina di colpi in tutto il Veneto, ma anche nelle province di Pordenone e di Mantova, con un bottino totale di oltre mezzo milione di euro. I Carabinieri sono riusciti a sgominare due distinte bande di giostrai, specializzate negli assalti ai bancomat e alle casse continue, che facevano saltare con l'esplosivo. Al termine di una lunga e complessa indagine, i militari del Nucleo investigativo di Treviso, con il supporto dei colleghi di varie unità, hanno identificato e arrestato i componenti dei due gruppi: venti persone, dai 26 ai 70 anni d'età, tutte pregiudicate, residenti nella Marca e nelle province di Padova, Venezia e Verona, oltre che a Spilimbergo, nel pordenonese. A loro carico vi sono ben 92 capi di imputazione. Per la prima volta nella Marca, a quattro di loro è stato contestato anche il concorso esterno in associazione a delinquere.
I due sodalizi criminali agivano in modo autonomo. Unico elemento di collegamento, uno degli arrestati specialista nel preparare l'esplosivo e piazzarlo negli sportelli automatici delle filiali bancari.
Oltre duecento i militari impegnati, fin dall'alba di giovedì, nei blitz in vari campi nomadi ed in decine di abitazioni per eseguire i provvedimenti restrittivi disposti dal gip del Tribunale di Treviso: insieme ai carabinieri della Marca, anche uomini dell'Arma delle altre province interessate, nonché del battaglione 'Veneto', dei reparti speciali, del nucleo cinofili, e del nucleo elicotteri.
A partire dal dicembre del 2015, agli indagati sono imputati i colpi alle agenzie bancarie di San Giorgio di Mantova, Sandrigo, Rovato, Valeggio sul Mincio, Camisano, Malo, Padova, San Giorgio delle Pertiche, Rossano, Noventa di Piave, Mansuè, Sacile, Oderzo, Ponzano, Mestre. L'ultimo assalto, il 30 luglio scorso, a Salzano, nel veneziano.