Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'╔LITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In 15 anni si creerebbero nuove comunitÓ di residenti

CON L'UNESCO BOOM IMMOBILIARE NEL PROSECCOSHIRE

L'esperto Martinuzzo: "Pi¨ turisti e case acquistate dagli stranieri"


CONEGLIANO/VALDOBBIADENE - Come cambierebbe l’economia delle colline del Conegliano –Valdobbiadene a seguito di un possibile riconoscimento a Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco? Secondo Roberto Martinuzzo, di Terra Casa, agenzia immobiliare specializzata nel mercato dei vigneti, il cambiamento non sarà tanto nei valori dei terreni, quanto piuttosto in quello del mercato immobiliare sul territorio.
“Abbiamo stimato – spiega Martinuzzo - che per i vigneti della DOCG il valore dovrebbe aumentare di circa il 5%. Il vero cambiamento però potrebbe arrivare sul mercato immobiliare, soprattutto a seguito dell’interesse straniero. A crescere non saranno solo i turisti, come è già avvenuto in Piemonte (dove si parla di incrementi dei flussi turistici oltre il 300%), ma anche gli stranieri che vorranno fare 'shopping' e comprarsi una casa tra i vigneti per trascorrere le vacanze. Ecco allora che tante “casère” semi abbandonate, o che oggi fungono solo da deposito per gli attrezzi agricoli, potranno avere nuova attrattiva. Con buone conseguenze anche per il settore delle costruzioni. È probabile che nel giro di 15 anni avremo la nostra piccola “Proseccoshire” tra le colline”.