Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Qualche fischio dai (pochi) cittadini in piazza dei Signori

"PORTATE L'ITALIA FUORI DALLE SECCHE DELLA CRISI"

L'appello di Renzia agli imprenditori trevigiani


TREVISO - “Sono venuto da chi produce il Pil”. Così Matteo Renzi ha spiegato il suo viaggio in provincia di Treviso, dedicato a visitare diverse aziende della Marca. “E' imbarazzante quante belle realtà ci siano qui”, ha ribadito il premier. La scaletta ha subito un netto di ritardo, di oltre due ore, a causa dei problemi per la partenza dall'aeroporto di Ciampino, dove si è verificato un atterraggio di emergenza di un aereo ambulanza.
Renzi ha così dovuto annullare la prima tappa prevista, alla Texa di Monastier, ma ha telefonato personalmente al titolare, Bruno Vianello, ribadendogli la volontà di tornare nei prossimi mesi. Poi il presidente del Consiglio ha visitato la Latteria Montello Nonno Nanni a Giavera. Sempre a Giavera è poi stata la volta del gruppo Tecnica e, infine, spostatosi a Biadene, il capo del governo si è recato alla Geox.
"Dopo tante discussioni sul Pil o non Pil, sugli zero virgola, ho pensato di fare un viaggio nella realtà dove il Pil viene creato, fra imprenditori capaci di partire da 8 dipendenti e arrivare a 1.300", ha detto Renzi. "È un'immersione nel Nordest profondo - ha proseguito - nell'Italia che riesce a creare occasione di sviluppo. Se ce la mettiamo tutta questo paese ce la può fare. La richiesta che ricevo è di lottare contro la corruzione e la burocrazia. Meno burocrazia c'è, più difficile è che la corruzione si sviluppi. Agli imprenditori del Nordest chiedo di prendere per mano l'Italia e portarla fuori dalle secche della crisi".
Poi il presidente del Consiglio si è recato in Ghirada ha incontrato, per visionare le strutture della cittadella delo sport, ma dove ha anche consumato un rapido pranzo insieme a Gilberto Benetton ed altri esponenti della famiglia di Ponzano: una visita - ha rivelato lo stesso imprenditore - fortemente voluta dal presidente del Consiglio, a cui lo stesso Benetton nei mesi scorsi aveva parlato della cittadella dello sport. Renzi ha visitato il parco giochi ed il frutteto didattico, ha salutato e scambito "cinque" con alcuni bambini e si è brevemente intrattenuto con i corsisti del master Sbs.
A seguire, gli incontri con i rappresentanti delle scuole materne paritarie e degli artigiani in Prefettura e con i sindaci a Palazzo dei Trecento: la Lega, però, ha boicottato l'appuntamento ed era presente una quarantina di primi cittadini. Ad aspettare Renzi all'uscita, gruppetti di cittadini (abbastanza sparuti, in verità), da cui sono partiti anche alcuni fischi all'indirizzo del primo ministro.
Infine la parte più politica, con un evento pubblico nell'ambito della campagna per il Sì al referendum costituzionale all'auditorium della cittadella Appiani. Qui, invece, nessuna contestazione.