Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si lavora ad una proposta per un parziale ristoro degli azionisti

POPVICENZA, PRONTA L'AZIONE DI RESPONSABILITA'

Entro novembre l'assemblea per le cause agli ex dirigenti


VICENZA - Dopo Veneto Banca anche Popolare di Vicenza è pronta ad avviare l'azione di responsabilità nei confronti dei vecchi amministratori. Lo ha confermato il vicepresidente dell'istituto berico, Salvatore Bragantini, al termine della riunione del consiglio di amministrazione: "Il Consiglio ha definito il cronoprogramma per la proposizione dell'azione di responsabilità - ha dichiarato Bragantini -. In base alla documentazione già ricevuta, prevediamo di riunire entro la fine di novembre l'assemblea degli azionisti che delibererà sulla proposta”.
Novità dal cda anche per quanto riguarda i tavoli di conciliazione: “Siamo in avanzata fase di messa a punto di una proposta che prevede un parziale ristoro delle perdite di chi abbia investito in azioni della Vicenza - ha affermato il numero due di BpV -, senza dimenticare che quello in azioni è, in ogni caso, un investimento a maggiore rischio".
Secondo quanto spiegato, l'esborso a carico della banca non potrà andare ad intaccare i requisiti patrimoniale dettati dalla Bce.
Il vicepresidente ha poi affermato che “una volta messa a punto, la nostra proposta sarà illustrata alle associazioni dei consumatori e degli azionisti. Il cda sottolinea la necessità che tutte le risorse disponibili siano messe a frutto per progettare una banca che, nel rispetto della migliore storia della Banca Popolare di Vicenza, sia pronta alle sfide di domani".
Infine, Bragantini ha concluso ricordando che Popolare di Vicenza“ha un rilevante patrimonio immobiliare, che va valorizzato e messo a frutto. Lo faremo senza timidezze nell'interesse della banca, interesse che viene prima di tutto”.