Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e universitą coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si lavora ad una proposta per un parziale ristoro degli azionisti

POPVICENZA, PRONTA L'AZIONE DI RESPONSABILITA'

Entro novembre l'assemblea per le cause agli ex dirigenti


VICENZA - Dopo Veneto Banca anche Popolare di Vicenza è pronta ad avviare l'azione di responsabilità nei confronti dei vecchi amministratori. Lo ha confermato il vicepresidente dell'istituto berico, Salvatore Bragantini, al termine della riunione del consiglio di amministrazione: "Il Consiglio ha definito il cronoprogramma per la proposizione dell'azione di responsabilità - ha dichiarato Bragantini -. In base alla documentazione già ricevuta, prevediamo di riunire entro la fine di novembre l'assemblea degli azionisti che delibererà sulla proposta”.
Novità dal cda anche per quanto riguarda i tavoli di conciliazione: “Siamo in avanzata fase di messa a punto di una proposta che prevede un parziale ristoro delle perdite di chi abbia investito in azioni della Vicenza - ha affermato il numero due di BpV -, senza dimenticare che quello in azioni è, in ogni caso, un investimento a maggiore rischio".
Secondo quanto spiegato, l'esborso a carico della banca non potrà andare ad intaccare i requisiti patrimoniale dettati dalla Bce.
Il vicepresidente ha poi affermato che “una volta messa a punto, la nostra proposta sarà illustrata alle associazioni dei consumatori e degli azionisti. Il cda sottolinea la necessità che tutte le risorse disponibili siano messe a frutto per progettare una banca che, nel rispetto della migliore storia della Banca Popolare di Vicenza, sia pronta alle sfide di domani".
Infine, Bragantini ha concluso ricordando che Popolare di Vicenza“ha un rilevante patrimonio immobiliare, che va valorizzato e messo a frutto. Lo faremo senza timidezze nell'interesse della banca, interesse che viene prima di tutto”.