Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ancora nessuna notizia di Don Flavio Gobbo, manca da due giorni

SPARISCE DA SPINEA PARROCO DI PREGANZIOL

La Curia parla di stanchezza: cherchez la femme?


SPINEA - Il parroco se ne va senza dire nulla: "periodo di risposo", dice la diocesi
„Ancora nessuna notizia di
Ancora nessuna notizia di Don Flavio Gobbo. Il sacerdote, 49 anni, nativo di Preganziol, della parrocchia dei santi Vito e Modesto a Spinea ha abbandonato il suo ufficio: preparati i bagagli se ne è andato, comunicando la propria decisione solo a un ristretto numero di confidenti. Una decisione che ha lasciato tutti a bocca aperta. “Al di là di ricami e fantasiose interpretazioni – commentano dalla diocesi di Treviso – l’unica causa per il gesto di Don Flavio è la stanchezza, arrivata ad un livello tale da richiedere un periodo di riposo. La decisione del sacerdote, comunicata e approvata dal vescovo, rientra comunque in quanto concesso dal regolamento canonico sulla condotta dei parroci.” Ma si mormora che nella decisione abbia influito una donna. Una decisione che avrebbe potuto annunciare don Flavio in prima persona, ma che “per ragioni emotive”, aggiunge la diocesi, è stata delegata alla nota ufficiale letta durante la messa mattutina. Nel testo il sacerdote saluta i suoi fedeli, e chiede loro di pensarlo durante la preghiera.