Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente Feltrin: "Titoli collocati in modo inadeguato"

COLDIRETTI PRONTA A FAR CAUSA A VENETO BANCA E BPV

L'organizzazione pronta a sostenere gli associati in azioni legali


TREVISO - Nuove riunioni con gli associati, raccolte di adesioni per le prossime azioni comuni e due missive ufficiali a Veneto Banca e Popolare di Vicenza annunciando azioni legali. Prende corpo lo sportello d’ascolto e di tutela “S.O.S. Banche” nato in Coldiretti Treviso in riferimento alla situazione drammatica vissuta da molti imprenditori agricoli coinvolti nelle note vicende che riguardano la Popolare di Vicenza e Veneto Banca. I vertici dell’organizzazione agricola più rappresentativa della Marca trevigiana si sono riuniti più volte con i quadri aziendali per condividere una strategia coadiuvati dall’avvocato Francesco Stilo e dal dr. Francesco Milone. “In queste ore Coldiretti Treviso, in qualità di principale organizzazione sindacale di rappresentanza delle persone e delle imprese che operano in agricoltura,  nelle attività connesse e nell’agroalimentare, nonché garante dei diritti sociali e dei servizi connessi, ha inviato alle banche due missive ufficiali per segnalare  di riscontrare molteplici segnalazioni provenienti dai propri associati e da soggetti terzi per lamentare di aver subito drammatiche conseguenze a causa delle presunte inadeguate, quando non presunte illegittime, modalità di collocamento delle azioni e/o obbligazioni convertibili – spiega Walter Feltrin, presidente di Coldiretti Treviso -  Segnalazione che hanno poi portato ad una disamina legale delle singole situazioni degli associati che ha evidenziato la necessità di contestare l’operato degli istituti di credito e l’evidente danno subito dagli associati di Coldiretti Treviso”. Ciò che contestano i legali di Coldiretti è fin troppo chiaro come spiega Antonio Maria Ciri, direttore di Coldiretti Treviso: “Detti titoli, non quotati, sono, infatti, stati acquistati in palese contraddizione con i profili di rischio MIFID dei nostri associati e, conseguentemente coi relativi obiettivi di investimento, certamente di carattere non speculativo, peraltro in costanza di evidenti conflitti di interesse, mai comunicati, né regolarmente gestiti. Per questo abbiamo deciso di tutelare gli associati in ogni sede necessaria a far valere i loro diritti”.