Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/157: IN MALESIA TRIONFA IL "QUASI ITALIANO" ZANOTTI

Tra gli azzurri bene Manassero e Paratore, "tagliato" Molinari


Prova impegnativa, per Nino Bertasio, Edoardo Molinari, Renato Paratore e Matteo Manassero, gli azzurri impegnati al Saujana G&CC di Kuala Lumpur in Malesia, nel torneo dell’European Tour organizzato dal 9 al 12 febbraio in collaborazione con Asian Tour. In palio c’erano 2.810.000...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/156: SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE AL DESERT CLASSIC

A Dubai grandi nomi e... neve, delude Tiger Woods


DUBAI - Dal 2 al 5 febbraio, l’evento dell’European Tour che ha visto la partecipazione di Tiger Woods, e cui prendevano parte anche gli azzurri Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. All’Emirates GC di Dubai Par 72. A difendere il titolo, era l’inglese Danny...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/155: I 25 ANNI DEL CLUB "I SALICI" DI TREVISO

Tra gli eventi per l'anniversario anche una Lousiana a due


TREVISO - Domenica 29 gennaio è partita la prima delle gare di corollario, al festeggio delle nozze d’argento che il Golf Club "I Salici" di Treviso celebra quest’anno: una gara di coppia, Louisiana a due. Ho avuto l’opportunità di partecipare anch’io, ed...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Azione di tipo paramilitare ieri sera tra Treviso nord e sud

ASSALTO IN A27 AD UN PORTAVALORI: UN FERITO

Migliaia di chiodi sull'asfalto, traffico paralizzato


TREVISO - Assalto ad un furgone portavalori, martedì sera, sulla A27 in direzione Belluno tra i caselli di Treviso Sud e Treviso Nord. Un'azione criminale in stile paramilitare, pianificata nei dettagli e condotta da un vero e proprio commando, composto da almeno cinque persone, su altrettante auto e con armi pesanti. Intorno alle 18.40, i banditi hanno prima bloccato le due carreggiate autostradali, poi, all'altezza della zona industriale di Olmi, hanno costretto a fermarsi i due mezzi blindati della ditta Civis: neutralizzato il secondo furgone nella fila, sparando alla gomme e al radiatore, hanno raggiunto il primo veicolo, dove era trasportato il denaro: circa tre milioni di euro, secondo indiscrezioni. "Abbassate la testa" è stato l'avvertimento intimato alle due guardie giurate, prima di esplodere numerosi colpi di mitra. In precedenza i malviventi, fingendosi agenti delle forze dell'ordine, avevano fermato un tir in transito e l'avevano posto di traverso alle corsie, dove erano state sparse anche migliaia di chiodi a tre punte, per bucare gli pneumatici delle auto e complicare così l'arrivo . Il bilancio è il ferimento leggero di uno dei due autisti del blindato, colpito da una scheggia di proiettile, un altro è ricoverato in stato di choc. Portati al Pronto soccorso anche due automobilisti, tra cui una donna incinta, coinvolti in tamponamento tra auto, nell'ingorgo creato dal blitz.
Il colpo, tuttavia, è andata a vuoto: i vigilantes sono riusciti a lanciare l'allarme e dalla centrale operativa sono state attivate le procedure di emergenza: il vano del fugone portavalori si è riempito di una particolare schiuma, creando un blocco unico. Nonostante abbiano cercato di forzare anche il tetto, i rapinatori non sono riusciti a raggiungere il denaro. A quel punto, sono fuggiti a bordo di una Porche e di una Range Rover: usciti dall'autostrada, sfondando le recinzioni, a Treviso Sud, hanno abbandonato le auto in località Olmi salendo su altre vetture. Lungo le corsie dell'A27 gli agenti hanno trovato e recuperato, inoltre, altre tre auto abbandonate, senza targhe e piene di chiodi all'interno, due parcheggiate in direzione Belluno, e una verso Venezia. Complessivamente sono cinque le vetture utilizzate dal commando per mettere a segno il colpo.  La caccia agli uomini, che secondo una testimone parlavano sia in italiano che con una lingua dell'Est Europa, è ora estesa in tutto il Veneto con particolare attenzione alle province di Belluno e Pordenone. In serata poliziotti e carabinieri hanno circondato un furgone bianco, nei pressi del casello dell'A4 a Meolo: le due persone a bordo sono state fermate e  interrogate.