Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dal 23 ottobre al 29 gennaio, oltre 80 eventi, ospite Guido Scarabottolo

L'ILLUSTRAZIONE PER L'INFANZIA GIOCA A MEMORY CON IL CILE

Dedicata al paese sudamericano la 34. mostra di Sarmede


SARMEDE - La Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia Le immagini della fantasia arriva alla sua 34ma edizione e rilancia una formula ormai collaudata, rinnovandosi e allargando i propri orizzonti di esplorazione. Con l’inaugurazione del 22 ottobre, le porte della Casa della Fantasia di Sàrmede apriranno i battenti su un mondo fatto di narrazione, osservazione, gioco.
La mostra, organizzata dal Comune di Sàrmede e dalla Fondazione Štěpán Zavřel, curata da Monica Monachesi e sostenuta dalla Regione del Veneto e dalla Provincia di Treviso, è la più ricca esposizione in Italia dedicata alla letteratura per l’infanzia. Il suo pubblico abbraccia il mondo della scuola e quello delle famiglie, l’universo degli illustratori e quello degli appassionati di settore. Ai suoi laboratori partecipano ogni anno migliaia di bambini, ragazzi, docenti, educatori e genitori. Un viaggio alla scoperta della bellezza e della gioia, nonché degli strumenti - parola e immagine - per comunicarla, che si concretizza in molteplici approfondimenti sull’illustrazione nelle sue mille sfaccettature, andando alla scoperta di artisti e di libri sempre nuovi e indimenticabili. Un viaggio che quest’anno diventa ancor di più un’esplorazione collettiva, una scoperta reciproca, un coinvolgimento di artisti e spettatori con l’obiettivo comune di “educare alla gioia e introdurre alla cultura (…) attraverso la narrazione, l’osservazione, il gioco”, come scrive Monica Monachesi nel suo testo introduttivo al catalogo. "Visitare la mostra è lasciare che tutto questo accada, nei modi più diversi, guidati e spontanei".
Le novità sono molteplici, ma ruotano intorno a un denominatore comune: il coinvolgimento non solo di sguardo e pensiero, ma anche delle mani e dell’azione. Lo si vede nell’approccio adottato per il tema dell’anno, Figure dal Cile. Una sezione presente da sempre, che vede al centro un Paese ogni anno diverso, ma che oggi compie un balzo in avanti nella direzione del racconto partecipato e collettivo. Le fiabe tradizionali sono per la prima volta affidate ad un coro di illustratori in cui quattro artisti cileni dialogano con quattro omologhi italiani nel libro Sulle Ali del Condor, dodicesima pubblicazione sulle fiabe dal mondo Da questa voglia di collaborazione nasce anche un progetto unico, nato appositamente per la mostra: il Memory Cileno, una rilettura di uno dei giochi più amati  dai bambini resa possibile dall’adesione entusiasta e generosa di sei illustratori cileni, una galleria cilena e un editore italiano. Uno strumento nato per giocare e, attraverso il gioco, stupirsi, conoscere, amare.
Un Paese, poi, è anche la sua lingua, la sua geografia, la sua letteratura. E anche in queste direzioni è andato lo sforzo straordinario per raccontare a tutto tondo un Paese affascinante e per molti ancora misterioso. Alle tavole in mostra si aggiunge un’antologia di libri cileni, gli stessi che vengono letti e amati dai bimbi di quel Paese; le mappe illustrate, che diventano esse stesse narrazione; i racconti e le poesie di Luis Sepúlveda e Gabriela Mistral, interpretati da illustratori italiani.

Altra novità di rilievo è il percorso proposto nella sezione dedicata all’ospite d’onore, Guido Scarabottolo. Io disegno con Bau è una personale che, coerentemente con lo stile dell’artista, coinvolge lo sguardo e il pensiero manuale dei visitatori. Non solo immagini da osservare, ma anche sagome e oggetti da allestire e decorare, disegni da tracciare, seguendo gli spunti e le suggestioni dell’artista stesso per poi dare libero sfogo alla propria fantasia. Un percorso interattivo, che si snoda in un dialogo costante tra illustrazione e design proposto anche come laboratorio per le scuole medie, durante il quale i ragazzi potranno ritrarsi a vicenda e creare un’installazione corale.

La partecipazione attiva del pubblico è centrale anche nel terzo momento innovativo dell’esposizione: la Stanzetta dell’Arte, un nuovissimo spazio dedicato all’illustrazione che racconta l’arte antica, moderna e contemporanea. Qui si va alla scoperta di classici come Antonio Canova (protagonista della sezione Planetarium) e di maestri dell’arte moderna come Matisse, si impara (giocando) a ricomporre puzzle sperimentando il restauro, si ragiona sul significato della bellezza e della memoria in una riflessione che prende spunto dal Centenario della Grande Guerra per allargarsi ai conflitti di ogni tempo.
Un percorso espositivo complesso, da cui non possono mancare la sezione Panorama, con la sua proposta di 30 illustratori e libri dal mondo, e il focus sul mondo di Štěpán Zavřel, con il bellissimo volume L’ultimo albero. Come sempre numerosissime le attività didattiche in programma per tutti gli ordini di scuola, da quelle dell’infanzia alle scuole superiori, tra le quali visite guidate, laboratori creativi e tour fra gli affreschi che popolano il paese di Sarmede.
Due importanti opportunità gratuite per le scuole in visita: in omaggio il libro Le meravigliose favole di Antonio Canova agli istituti comprensivi e il libro Scrivila, la guerra alle scuole primarie del Veneto; dal 24 ottobre al 15 novembre, 50 laboratori creativi e 10 visite guidate gratuite per le scuole primarie venete, grazie alla Regione del Veneto, in occasione delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.
Tra gli oltre 80 eventi previsti alla Casa della Fantasia di Sarmede, un'altra importante novità: il Primo Simposio d'Illustrazione, in programma per il 9 e 10 dicembre 2016. Una lectio magistralis, due tavole rotonde e due workshop, per allargare i limiti del linguaggio dell’illustrazione riflettendo sul legame tra realtà, parola e immagine.
In calendario per tutta la durata della mostra incontri, laboratori creativi, letture animate, con autori, illustratori, scrittori, pediatri, esperti tra i quali Cristina Amodeo, Cristina Bellemo, Luigi Dal Cin, Geena Forrest, Monica Monachesi, Oscar Sabini, Guido Scarabottolo, Giacomo Toffol, Francesca Zoboli, Maria Luisa Zuccolo e Angela Bressan, Lalla Gallonetto, Rossella Giaon, Ass. Maga Camaja, Giulia Prete e Giorgia Favaro, Stefania Tonello, Michela Zanatta, Corinne Zanette.