Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presentata la collaborazione fra TVB e la mostra sull'Impressionismo

GIGANTI DELL'ARTE E DEL BASKET A SANTA CATERINA

Previsti sconti per gli abbonati e visibilità al Palaverde


TREVISO Un connubio pallacanestro ed arte: è quello nato oggi con la presentazione della collaborazione fra la De' Longhi Treviso Basket e la mostra Storie dell'Impressionismo, che si aprirà al museo di Santa Caterina il 29 ottobre per durare fino al 17 aprile. E cioè gli abbonati di TVB per tutto novembre avranno lo sconto sul biglietto (11 euro al posto di 15), mentre al Palaverde la mostra verrà pubblicizzata con video, annunci, led luminosi e visibilità sul sito del club e sui social. E ci sarà una serata a museo chiuso per i soci del Consorzio Universo Treviso. L’evento è stato favorito anche dall’amicizia che lega fin dall’infanzia personaggi che nella Marca nel loro campo sono ormai famosi: Marco Goldin, curatore e titolare di Linea d’Ombra, Paolo Vazzoler e Andrea Gracis, presidente e direttore sportivo di Treviso Basket. L’esposizione materialmente sta nascendo in questi giorni, ci sono diverse casse appena arrivate ancora da aprire e Goldin, fra gli agenti della sicurezza ed altri sorveglianti, se la sta coccolando come una creatura: va capito, gli ci sono voluti due anni per organizzarla ed ora la vede nascere un pezzo alla volta. 140 le opere esposte per un valore totale di un miliardo e mezzo di euro, solo il 10% arriva da collezioni privati, il solo Disgelo di Monet ne vale una 50ina. Ma sono presenti anche un Tiziano, un Rubens ed un Rembrandt, nonchè una mostra sulla seconda metà del ‘900 con 55 pezzi, oltre alla possibilità di visitare la Pinacoteca Civica con i capolavori dei secoli precedenti.