Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il punto in un convegno promosso da Confinfustria ad H-Farm

E-COMMERCE, PASSE PARTOUT PER LE IMPRESE DEL FUTURO

Fenomeno in crescita, ma imprese venete poco presenti


RONCADE - Il commercio elettronico è in netta crescita. Gli ultimi dati dell'Osservatorio E-Commerce B2c in Italia del Politecnico di Milano e Netcomm parlano chiaro: nel 2016 il valore degli acquisti online degli italiani fa segnare un + 18% per un giro d’affari che sfiora i 20 miliardi di euro, tra prodotti (9 miliardi) e servizi (10,6 miliardi). Il turismo si conferma il primo comparto con una quota del 44% e una crescita del 10%. Seguono elettronica di consumo, che vale il 15% e cresce del 28%, e abbigliamento, che vale il 10% e cresce del 27%. Si rivela sempre più importante il contributo dei settori emergenti (cibo, arredamento, beauty, giocattoli), che insieme valgono oltre 1,5 miliardi di euro e crescono con tassi compresi tra il 30% e il 50%.
Un mercato, però, ancora poco sfruttato dalle imprese trivenete. A fare il punto della situazione, ci ha provato il convegno "E- Commerce di successo: istruzioni per l'uso", tenutosi nella sede di H-Farm Spa, a Roncade (Treviso). Oltre allo stesso fondatore di H-Farm, Riccardo Donadon, sono intervenuti Giuseppe Baiardo (Technologies for the future of the shoes), Laura Dotto (Hausbrandt Trieste 1892 SpA), Luca Ghilardi (Locatelli SpA - Airoh) e Matteo Zoppas, (presidente Confindustria Venezia Area territoriale di Venezia e Rovigo). Oltre 250 gli imprenditori in platea.
"Il futuro del commercio scorre sempre su più sul filo della rete - spiega Matteo Zoppas, Presidente Confindustria Venezia Area territoriale di Venezia e Rovigo,- Per le aziende del nostro territorio, con l'E-Commerce si aprono delle grandi opportunità sia in termini di sviluppo che di tutela dei brand. Soprattutto quando l’espansione del mercato con i metodi tradizionali richiede investimenti cospicui, queste soluzioni consentono di ottenere di ampliare i propri mercati con investimenti contenuti. Auspico che nell’imprenditoria locale si crei una maggiore cultura che consenta un più facile approccio e un maggiore utilizzo di questi strumenti ideali anche per quelle imprese che non hanno le risorse per crearsi una rete di distribuzione fisica all'estera. Se ci poniamo come obiettivo per uscire dalla crisi l'internazionalizzazione, l'e-commerce ne é il passe-partout. Questo é lo strumento più efficace per arrivare nei nuovi mercati e rafforzarsi in quelli già presenti".