Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/165: TWENTY DOUBLE CUP, LA RYDER VENETA

Tra sport e goliardia, i "Rossi" si aggiudicano la seconda edizione della gara


VENEZIA - Una competizione speciale, festosa, trascinante! Due gruppi di amici, abituati a sfottersi goliardicamente quando giocano a Golf, dopo una partita a Jesolo lo scorso anno, hanno avuto l’idea di provar a cimentarsi in gara a squadre, al fine che le rispettive derisioni trovassero...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/164: THE MASTERS , SERGIO GARCIA ╚ IL MIGLIORE DEI "MAESTRI"

Nel prestigioso major di Augusta, primo trionfo dello spagnolo


AUGUSTA (USA) - Siamo al primo dei quattro tornei stagionali di maggior spicco nella stagione golfistica maschile: i 4 Majors. Il Masters è torneo dal fascino antico, il più rilevante; dal 6 al 9 aprile se ne gioca l’edizione 81, sulle consuete 72 buche. È infatti l'unico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/163: IL CHALLENGE AIGG DIAVOLINA 2017 PRENDE IL VIA DAL MARCO SIMONE

L'ospitalitÓ di Laura Biagiotti e della figlia Lavinia per l'esordio del circuito dei giornalisti golfisti


ROMA - Come ogni anno, ha tappe importanti il challenge AIGG Diavolina. Questa laziale ne è il debutto, nella consueta due giorni romana, sicuramente considerevole. Oggi siamo al “Marco Simone” a Roma, proseguirà domani al “Terre dei Consoli” nel viterbese, per successivamente far tappa al “Bologna” e a “Le Fonti” in Emilia Romagna, a “Punta Ala” e “Terme di Saturnia” in Toscana, a “Cà della Nave” e “Montecchia” in Veneto, al “Colline del Gavi” e “Villa Carolina” in Piemonte, e a “Bergamo” e “Villa d’Este” in Lombardia. Oltre a questo giro d’Italia, c’è l’Alpen Cup in tre tappe nei GC di Asiago,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al via anche un corso per chi vuol diventare norcino

MACELLAZIONE TRADIZIONALE DEI SUINI, IL DECALOGO DELL'ULSS

Le regole per produrre in casa soppresse e salumi


TREVISO - Prosegue anche per la stagione 2016-2017, in tutti i comuni del territorio dell’Azienda Ulss 9, la nuova procedura per la macellazione tradizionale a domicilio dei suini e la produzione di insaccati tipici trevigiani. Un modo per coniugare antiche tradizioni e moderne esigenze di salute, igiene e rispetto dell’ambiente. Per gli interessati alla qualifica di norcino si terrà un corso il 31 ottobre.
Si avvicina l’inverno e col freddo il periodo adatto alla macellazione tradizionale dei suini. La procedura di visita veterinaria dei suini macellati tradizionalmente a domicilio per uso domestico privato, iniziata nel 2013, prosegue anche quest’anno. La visita veterinaria sistematica ha lasciato il campo ad un monitoraggio dell’attività con controlli mirati solo su segnalazione dei norcini appositamente formati con un corso specifico e il superamento di una prova di apprendimento.
Per produrre in maniera casalinga i tipici insaccati trevigiani quali salami, soppresse, musetti, salsicce, ossocolli, è necessario che l’allevamento del suino sia registrato nella banca dati regionale e allevato regolarmente per almeno 30 giorni. Per la macellazione, poi, ci sono ora due possibilità. Una è quella di utilizzare la rete dei macelli esistenti (nell’azienda ULSS 9 ci sono 4 impianti autorizzati) e poi lavorare le carni presso il proprio domicilio una buona prassi igienica e limitando i capi ad un massimo di 4 in due sedute. Un’altra è quella di fare tutto a casa propria seguendo le regole di un preciso decalogo, redatto dal personale dell’Azienda sanitaria.


IL DECALOGO
1. Registra l’allevamento (insediamento) nella Banca Dati Regionale

2. Introduci con regolare mod. 4 rosa il maiale e allevalo secondo buona prassi per almeno 30 giorni
3. Notifica la macellazione almeno 3 giorni prima al Servizio Veterinario (via mailsegveterinariotv@ulss.tv.it o via fax al numero 0422323729)
4. Rispetta sempre il benessere animale in tutte le fasi compreso lo stordimento obbligatorio
5. Esegui tutte le operazioni sotto il diretto controllo di una Persona Formata (norcino)
6. Metti a disposizione carni e organi poiché la visita veterinaria sistematica non è prevista, ma è possibile il controllo di monitoraggio
7. Segnala tempestivamente le anomalie eventuali sull’animale vivo o dopo la macellazione al Servizio Veterinario (tel. 0422 323753 o se serve 118)
8. Lavora le carni secondo buona prassi igienica
9. Destina i prodotti al solo consumo domestico del tuo nucleo privato con divieto di commercializzazione
10. Limita il numero totale di capi macellati (quattro), il numero di sedute (due) per anno solare e al solo periodo stagionale freddo (da novembre a febbraio).

Gli interessati ad acquisire la qualifica di Persona Formata (norcino) possono partecipare al corso che si svolgerà lunedì 31 ottobre dalle 14.00 alle 18.00 presso la sede del Dipartimento di Prevenzione La Madonnina in via Castellana 2 a Treviso. Per iscrizioni chiamare dal lunedì al venerdì (ore 9-12): 0422 323753 oppure inviare una mail all’indirizzo segveterinariotv@ulss.tv.it specificando i propri dati anagrafici. Il corso, con rilascio di attestato a seguito di verifica, è gratuito.