Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dopo aver allertato il 118, ha incrociato alcuni passanti

ESCURSIONISTA DI SAN FIOR SI PERDE IN CANSIGLIO

Partito da Casera Vallorch, il 52enne ha smarrito il sentiero


FREGONA - Attorno alle 11 un escursionista trevigiano ha contattato il 118 poiché aveva smarrito il sentiero, dopo essersi incamminato da Casera Vallorch nel bosco del Cansiglio. Mentre la Centrale operativa cercava di risalire alle coordinate del punto in cui si trovava ed era in contatto telefonico con lui, M.B., 52 anni, di San Fior, ha visto dei passanti, che lo hanno riaccompagnato sul sentiero, poco distante, indicandogli come tornare indietro. Essendo però affaticato, una squadra del Soccorso alpino dell'Alpago gli è andata incontro e lo ha riaccompagnato al parcheggio.
Il soccorso alpino è stato impegnato anche un paio di ore dopo, intorno alle 13: il nipote di un signore di 80 anni di Rocca Pietore (BL), infatti, ha  chiamato il Suem preoccupato per il ritardo del nonno. Uscito infatti per la consueta passeggiata da Saviner verso Alleghe, l'anziano non era ancora rientrato. Il Soccorso alpino della Val Pettorina ha quindi subito inviato proprio personale. I soccorritori, seguendo le indicazioni del percorso, lo hanno presto individuato seduto a bordo strada. Stava bene, ma era stanco e con problemi a camminare. La squadra lo ha così ricondotto alla propria abitazione.