Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I fratelli Lucchetta: "Linfa per il terriorio e per l'azienda"

EUROMOBIL A FIANCO DI GOLDIN ANCHE A TREVISO

Il gruppo di Falzè da 20 anni sponsor delle mostre


TREVISO - Da sempre vicino al mondo dell'arte, oltre che dello sport, il Gruppo Euromobil, è stato tra i primissimi "mecenati" a credere nell'attività di Marco Goldin e fin dalla fondazione, vent'anni fa, è tra i sostenitori delle mostre curate da Linea d'ombra. La partnership con l'azienda di Falzè di Piave, specializzata in cucine e arredi, si rinnova anche in occasione della rassegna "Storie dell'Impressionismo", al via venerdì prossimo a Treviso. Ed è destinata a durare anche nel futuro, come confermo i fratelli Lucchetta, titolari del gruppo, con una nota diffusa proprio alla vigilia dell'inaugurazione

"Crediamo che pochi sodalizi culturali possano vantare una durata così lunga e un rapporto così forte come quello tra Gruppo Euromobil e Linea d’ombra. Un rapporto che è sicuramente tra due strutture aziendali, ciascuna di punta nel suo settore. Ma che è, e resta, prima di tutto un rapporto umano, personale, di assonanza tra noi e Marco Goldin.
La nostra frequentazione precede di molto la nascita stessa di Linea d’ombra, affondando le sue radici negli anni in cui Marco era un giovanissimo critico, appassionato indagatore dell’arte trevigiana e veneta del Novecento e di taluni, precisi filoni dell’arte contemporanea italiana. I medesimi filoni dell’arte che appassionano anche noi.
Gruppo Euromobil ha investito, con convinzione, sulle mostre che Marco è andato via via offrendo al pubblico italiano e non solo, a partire da Conegliano, poi a Treviso, Torino, Genova, Brescia, Rimini, Vicenza e nuovamente nella nostra città, Treviso. Se ne è fatto promotore, le ha fatte proprie nella comunicazione. Vi ha avuto un ruolo attivo, ben oltre quello di un tradizionale sponsor.
Abbiamo colto opportunità anche al di là dei confini, ad esempio nelle collaborazioni con il Louvre e con il Musée d'Orsay, dove i nostri marchi - Euromobil cucine, Zalf mobili e Désirée divani - sono stati affiancati alle mostre su Leonardo e su Le daguerréotype français. Un objet photographique.
In questi due decenni siamo stati testimoni, ma anche protagonisti, di una evoluzione straordinariamente positiva delle proposte di Linea d’ombra. Abbiamo fatto nostro l’entusiasmo con cui il pubblico ha accolto queste proposte. Le abbiamo rese motivo di orgoglio e di stimolo per le nostre aziende e per i nostri collaboratori.
Perché per noi l’abbinamento Arte & Design non è solo uno slogan ma una filosofia aziendale del nostro operare quotidiano.
Per questi motivi e per questa storia condivisa, Gruppo Euromobil non poteva non essere al fianco di Marco nel suo ritorno trevigiano.
Siamo convinti che Treviso e la Marca, dove ha sede e trovano linfa cultuale le nostre aziende - possano essere utilmente stimolate da questo grande evento culturale.
E dove si stimola un futuro migliore, Gruppo Euromobil c’è".

Antonio, Fiorenzo, Gaspare e Giancarlo Lucchetta