Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/161: AL VIA IL PRIMO PROGETTO DI LAVORO LEGATO ALLA RYDER CUP 2022

Studenti e università coinvolte per aumentare i praticanti


ROMA - Nell’ottica di sviluppare una maggior diffusione di questo sport in Italia, rendendolo sempre più popolare e accessibile, il Golf è diventato materia di studio. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, nella sala Auditorium del Palazzo delle...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/160: MATTEO MANASSERO IN LUCE NELL'INDIAN OPEN

A New Delhi trionfa l'idolo di casa Chawrasia


NEW  DELHI - Siamo ancora nelle maglie dell’Asia, bisogna attendere maggio perché il Tour Europeo che continua il suo peregrinare lontano dall’Europa, approdi nel vecchio continente. Ora, dal 9 al 12 marzo si gioca Hero Indian Open, organizzato in collaborazione con Asian...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/159: INQUIETUDINI SULLA RYDER CUP A ROMA

Il prestigioso torneo in Italia nel 2022, ma manca la fidejussione


ROMA - La più prestigiosa competizione internazionale di golf, la Ryder Cup, di cui l’Italia si è aggiudicata la candidatura per il 2022, subisce qualche tentennamento. Il 14 dicembre 2015 la FIG era riuscita a far attribuire all’Italia il diritto di essere Paese...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stava scendendo dal bivacco dei Lof, sopra Cison di Valmarino

CADE NELLA SCARPATA SULLE PREALPI, MUORE 54ENNE

L'uomo, altoatesino, è inciampato sul sentiero, precipitando


CISON DI VALMARINO - Mentre scendeva dal Bivacco dei Lof con un amico lungo il sentiero La Scaletta, sopra Cison di Valmarino, Fabio Mitterhofer, 54 anni, di San Candido (Bolzano) è inciampato ed è caduto nella scarpata laterale ruzzolando per alcune decine di metri: ha perso la vita per i traumi riportati. Attorno alle 13, scattato l'allarme, il 118 ha inviato l'elicottero di Treviso emergenza e una squadra del Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane in  supporto alle operazioni. Sbarcati con un verricello nelle vicinanze il tecnico di elisoccorso e il medico, è stato solo possibile constatare il decesso dell'uomo. La salma è stata ricomposta, ma le operazioni di recupero, per il punto in cui si trovava, non sono state semplicissime: una volta ottenuto il nulla osta dalla magistratura per la rimozione, i soccorritori hanno dovuto ripulire l'area dalla vegetazione d'intralcio e la barella è stata recuperata sempre con un verricello, per essere trasportata alla piazzola di Cison e affidata ai carabinieri e al carro funebre.