Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/147: NUOVE TECNOLOGIE, DIVERTIMENTO E SOLIDARIETÀ

Due gare speciali con Bags4dream, Fuorilimite e Par 108


MARTELLAGO - Di questi tempi, freddi e umidi, non si avverte un grosso stimolo a partecipare ad una gara di Golf, salvo che l’attrazione non sia generata dalla simpatia degli ospiti. Ecco, le persone e l’armonia tra quest’insieme di associazioni, dedite a far beneficenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/146: ARBITRI, GARA E SUMMIT A MODENA

Il resoconto dell'incontro annuale dell'Aiag


MODENA - L’ Associazione Italiana Arbitri Golf, che annovera 171 arbitri italiani, tra i quali il sottoscritto, tutti gli anni...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/145: ALLA DANIMARCA LA COPPA DEL MONDO

Sesta la coppia azzurra Molinari - Manassero


MELBOURNE - Completate le tappe dell’European Tour 2016, c’è ora (24-27 novembre), la 58esima edizione della Coppa del Mondo, la ISPS Handa World of Golf. Un grande torneo, completamente diverso da quelli abituali, una gara di coppia. Si gioca al Kingston Heath GC - PAR 72 di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

GGGG


TREVISO - Il primo fine settimana del ritorno delle grandi mostre di Marco Goldin val bene il sacrificio del riposo domenicale. Anche per chi, come Giorgio Benetton, da dietro il bancone del suo “i Benetton” di vicolo Barberia, si è sempre schierato contro le aperture festive indiscriminate. “E non ho cambiato idea – sottolinea -, resto convinto che, anche chi lavora nel nostro settore la domenica abbia diritto a restare in famiglia. Ma stavolta abbiamo deciso di fare un'eccezione, visto l'avvio della mostra e la prossimità del ponte di Ognissanti. Al di là delle possibili vendite, ritengo giusto contribuire a dare un benvenuto, con l'immagine di una città viva ed accogliente”.
Parole – c'è da scommetterci – assai gradite al sindaco Giovanni Manildo: il primo cittadino aveva sollecitato negozianti, baristi e ristoratori ad accogliere al meglio i visitatori. “Si avverte un clima più positivo – riprende Giorgio Benetton -. Certo, la cosa non può riguardare solo il commercio: serve uno sforzo di tutta la città e dei suoi governanti. Né si può pensare che il pur bravissimo Goldin possa risolvere tutti i problemi”.
Almeno in centro, saranno molti i punti vendita in piena attività. Parecchi, in realtà, in questo periodo, alzano comunque la saracinesca anche alla domenica (soprattutto nel pomeriggio). A maggior ragione con gli Impressionisti: “E non dimentichiamo la mostra su Bacon – conferma Alberto Cappelletto, dell'omonimo negozio di calzature in Calmaggiore -. Le opportunità offerte da questi eventi vanno prese al volo. Anni fa non eravamo preparati: sono cambiate le abitudini, i consumatori ed anche la mentalità”.
Anche per Stefano Mazzoli, altro nome noto del commercio cittadino, le rassegne rappresentano una grande occasione: “Sicuramente porteranno gente e turisti di qualità, con benefici per i pubblici esercizi, ma anche per il commercio tradizionale. Perchè si tratta di visitatori di livello, anche dal punto di vista economico. Le serrande chiuse all'epoca delle prime grandi mostre? Allora molti non aprivano, ritenendo non fosse necessario. La crisi è servita a far cambiare posizione”.
Aperto (come per tutto ottobre, novembre e il periodo natalizio) pure da “Al Siletto”, altro riferimento trevigiano per le calzature. Benchè qui trapeli un maggiore scetticismo: “Il vantaggio è per bar e ristoranti. Chi va alla mostra, difficilmente compra nei negozi. Ma certamente una città più animata è un fatto positivo”.