Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Parla il futuro presidente del club biancoceleste

VISSOLI: "ECCO COME SARĄ IL MIO NUOVO CALCIO TREVISO"

"In 5 anni vogliamo tornare fra i professionisti"


TREVISO - Prima intervista con Massimiliano Vissoli, il nuovo presidente del Calcio Treviso in pectore: dopo l'assegnazione al suo gruppo della gestione dello stadio Tenni, in settimana si ufficializzerà il passaggio di proprietà con Tiziano Nardin. "La conclusione è vicina e noi, salvo ripensamenti della controparte, siamo pronti. Avere lo stadio era la conditio sine qua non, fra l’altro è un impianto con un nome ed una storia importante. So com’è ridotto, ho fatto un sopralluogo: un problema dovuto probabilmente al fatto dell’assenza di gestione. Ma lo la squadra di calcio è importante, è una questione anche di appartenenza ad una intera città che offre parecchio dal punto di vista aziendale: verrò a vedere sicuramente la mostra sugli Impressionisti e il discorso che farò sarà legato anche all’immagine e della presenza delle relazioni imprenditoriali che si possono formare attraverso il calcio, il marketing e quant’altro. Non riesco a capire perché una città così ricca da questo punto di vista non sia ancora riuscita ad avere la squadra ad un certo livello. Mi sono reso conto anch’io che nel calcio c’è poca serietà, è visto come uno strumento da sfruttare per far soldi senza un progetto a lungo termine. Il nostro è quinquennale, ma qui non intendo fare promesse tipo <fra due anni siamo in Lega Pro>: l’obiettivo è questo, chiaro, Treviso lo merita, le altre squadre di basket, volley e rugby attirano tanta gente, allora mi chiedo perché il calcio, che è lo sport per eccellenza, non può fare lo stesso."
Bisognerebbe risalire di categoria.
"Effettivamente vederlo in questa categoria disturba; come disturba uno stadio desolato, lasciato andare: bisogna organizzare degli eventi, coinvolgere la gente."
Sarebbe interessante sapere di più sul vostro gruppo.
"Sarà presentato più avanti: i soci appariranno al momento come sponsor, avevo chiesto alla Lega di poter fare subito la trasformazione in srl ma mi hanno detto che si potrà fare solo a giugno. Al momento sono io la persona fisica a rappresentare i vari soggetti che finanziano questa operazione, fra cui due o tre di Treviso ben conosciuti. Inoltre come consulente avremo Marcelo Segundo, ex rugbista ed ora procuratore di diversi calciatori."