Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La societą controlla il colosso dell'energia Ascopiave

ASCO HOLDING, SI DIMETTE TUTTO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Lascia la presidente Rizzotto e gli altri consiglieri


PIEVE DI SOLIGO - Dimissioni in blocco del cda di Asco Holding, la società finanziaria che con il 61,5% controlla il colosso trevigiano dell'energia Ascopiave. Ha lasciato la presidente Silvia Rizzotto: ufficialmente, secondo quanto da lei stessa dichiarato, per concentrarsi sull'incarico di consigliere regionale (è capogruppo della Lista Zaia a Palazzo Ferro Fini). Poche ore prima avevano rimesso il loro mandato tre consiglieri: Roberto Toffoletto, in quota Pdl - Forza Italia, Loris Rizzetto (Lega) e Massimo Damiani (Pd). Decade così automaticamente l'intero organismo, compreso il restante consigliere, Alberto Cappelletto, sindaco di S. Biagio di Callalta, anch'egli di area centrosinista. Il cda, in carica dal 2014, sarebbe scaduto l'anno prossimo.
Dietro le motivazioni ufficiali - secondo le molte voci circolate - ci sarebbero i malumori di diversi sindaci per la scarsa condivisione delle strategie da parte della presidente ed anche delle segreterie di Lega e Pd per le decisioni troppo autonome non in linea con gli obiettivi fissati dalle principali forze politiche del territorio.
Della holding sono soci 90 comuni delle province di Treviso, Belluno, Venezia e Pordenone. Dallo scorso anno sono entrati anche privati, in seguito alla vendita delle proprie azioni da parte delle amministrazioni di Cornuda a Bluenergy, operatore friulano del settore, e di Breda di Piave, Cison di Valmarino, Pieve di Soligo, Follina alla Plavisgas, realtà costituita da una cordata di imprenditori, capitanati da Oscar Marchetto, fondatore della Nice.